Un commento

Inaugurato il salone Mondomusica con 257 espositori

mondomusica6

foto Sessa

Taglio del nastro in Fiera a Mondomusica, edizione 2013. Da questa mattina e fino a domenica,  77 eventi tra convegni e appuntamenti culturali, 257 espositori (218 per Mondomusica e 39 per Cremona Pianoforte) provenienti da 24 Paesi del mondo. Alle 11,30 primo appuntamento musicale, con il pianista Filippo Gorini e il Quartetto d’Archi San Pietro a Majella del conservatorio di Napoli. Partono subito anche i convegni degli Stati Generali della Musica, con la prima tavola rotonda delle 23 previste, riguardante la formazione e gli sbocchi professionali degli studi musicali. Tra i partecipanti, anche il rappresentante degli Istituti Superiori di Studi Musicali non statali, Claudio Pelis, che illustrerà la situazione dei 21 istituti musicali finanziati a enti locali (come il Monteverdi di Cremona) che vedono a forte rischio la loro sopravvivenza a causa delle difficoltà di bilancio dei Comuni.

Contaminazioni musicali nel concerto delle 14,30 in sala Monteverdi, con brani musicali da Beethoven ai Queen interpretati da Dario Bonuccelli (pianoforte) e Vlad Maistrivici (violino). In sala Guarneri, sempre nel pomeriggio, presentazione della mostra in corso al Museo del Violino, “Bottega italiana”, mentre per chi ama il pianoforte alle 16 si terrà la conversazione sulla prestigosa casa Steinway & Sons. Appendice in serata nella chiesa di S. Ilario alle 21 con un concerto  imperniato sul canto religioso popolare, focus del quarto seminario internazionale di musica liturgica.  “Un tema quasi d’obbligo per chi si interessa di musica sacra – afferma Marco Ruggeri, professore al Conservatorio di Novara e relatore nel programma del seminario – in quanto rappresenta un enorme patrimonio musicale prodotto nei secoli scorsi e, per vari motivi, ancora di grande attualità. Il valore del canto popolare non è soltanto musicale e culturale, ma prima di tutto ecclesiale, in quanto rappresenta il segno concreto della devozione popolare”.

UN UNICO BIGLIETTO ANCHE PER I MUSEI DEL COMUNE – Nell’ambito delle sinergie tra gli enti cremonesi e la promozione delle eccellenze artistiche e culturali di Cremona, in occasione della manifestazione Mondomusica, con il biglietto d’ingresso al Sistema Museale si potrà accedere anche a CremonaFiere e viceversa. La Giunta comunale ha accolto con favore la proposta avanzata dall’assessore alla Cultura Irene Nicoletta De Bona, così da rafforzare il collegamento tra il Salone Internazionale degli Strumenti Musicali di Alto Artigianato e la realtà artistica e culturale cittadina. “In questo modo – dichiara l’assessore Irene Nicoletta De Bona – offriamo ai numerosi visitatori di Mondomusica l’opportunità di conoscere e visitare le collezioni del Sistema Museale ed un ulteriore motivo per visitare le bellezze della nostra città”.

NON SOLO MONDOMUSICA – Il fine settimana che si apre oggi vedrà anche l’apertura della mostra a Palazzo Trecchi con l’esposizione di strumenti e archetti di 28 liutai provenienti da tutto il mondo e la partecipazione delle maggiori scuole di liuteria, oltre a quella cremonese. Inoltre sempre oggi alle 19,inaugurazione della mostra di dieci liutai contemporanei operanti a Cremona presso la Casa nuziale di Stradivari in corso Garibaldi.

Galleria fotografica di Francesco Sessa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Taglio del nastro

    Nessuno di sinistra al taglio del nastro! Strano, nemmeno il senatore Pizzetti! In compenso ancora Rossoni….. Anche se non conta più nulla! Ma…..