Commenta

Altro colpo in un negozio, rapina con pistola in farmacia a Castelvetro

rapina-evi

Nella foto, la farmacia rapinata

Rapina con pistola alla farmacia Bossi di Castelvetro, in via Saragat. Si tratta del secondo colpo in due giorni in un negozio del paese dopo quello di lunedì pomeriggio ai danni di Scarpe e Scarpe, e della terza rapina, sempre in due giorni, tra Castelvetro e la città del Torrazzo, dove almeno due malviventi armati di taglierino hanno preso di mira la Banca Popolare di Cremona di via Fabio Filzi nella tarda mattinata di martedì (vedi i link in basso). Come nella farmacia Bossi, anche dentro Scarpe e Scarpe pare sia stata utilizzata una pistola (una sagoma di arma da fuoco sembrava infatti intravedersi dietro a un pezzo di carta tenuto in mano da uno dei rapinatori entrati in azione con volti coperti da sciarpe nell’esercizio commerciale vicino al Bennet).

Nella farmacia Bossi un uomo è entrato con il volto coperto da un cappuccio passando da una porta laterale riservata agli addetti, attorno alle 18,30. Con una pistola (non è chiaro se finta o vera) ha minacciato i dipendenti che si trovavano all’interno ed è riuscito a impossessarsi di circa 600 euro presenti in cassa, per poi darsi alla fuga. Un complice avrebbe atteso a bordo di un veicolo nei paraggi, come spesso avviene in questi casi. Della vicenda si stanno ora occupando i carabinieri, che hanno avviato le indagini, anche per verificare possibili collegamenti con il colpo dentro Scarpe e Scarpe. Non è da escludere, inoltre, la possibilità della stessa firma sulla rapina alla Banca Popolare di Cremona, sebbene qui sia stata utilizzata una lama dai rapinatori e per questo il collegamento è meno probabile rispetto a quello tra la farmacia Bossi e il negozio vicino al Bennet.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti