Commenta

Salone Studente Chiusura all'insegna della musica

salone

Giornata conclusiva per il Salone dello Studente versione Junior, che si è svolto da mercoledì a sabato a S. Maria della Pietà.  Ben 800 studenti lo hanno visitato, appartenenti a 22 scuole secondarie di primo grado di Cremona, Cingia de’ Botti, Sesto Cremonese, Levata di Grontardo, Vescovato, Piadena, Pizzighettone, Pontevico, Pralboino, Bozzolo e Rivarolo Mantovano. Nel pomeriggio di sabato, aperto a tutti e dedicato in particolare alle famiglie, i visitatori sono stati circa duemila. Giunta alla quarta ed ultima giornata, il consuntivo della XVIII edizione del Salone dello Studente è dunque più che positivo: 128 classi le classi partecipanti, oltre 3000 studenti in visita, circa 2000 le famiglie, 133 i laboratori realizzati.

“Le tante persone persone che hanno affollato Santa Maria della Pietà sin dalle prime ore del pomeriggio –  commenta l’assessore alle Politiche Educative Jane Alquati– sono la dimostrazione che il Salone dello Studente continua ad essere un evento di grande richiamo e soprattutto utile. Non posso che dirmi soddisfatta per la capacità che tutta la struttura del Comune e dell’Agenzia Servizi Informagiovani in particolare ha dimostrato nel sapere realizzare appuntamenti come questi che offrono un supporto concreto alle famiglie e, in generale, alla cittadinanza. Stiamo già pensando al Salone in Tour, evento dedicato all’orientamento per i ragazzi delle scuole superiori per la scelta dell’università e per l’ingresso nel mondo del lavoro”.

Soddisfazione viene espressa anche da parte della segreteria organizzativa della manifestazione: “La macchina organizzativa ha funzionato a perfezione – spiega Maria Carmen Russo, responsabile del Servizio Università e Informagiovani -. Mi sento di ringraziare tutto il mio staff che ha lavorato con entusiasmo e competenza. Un ringraziamento va anche a tutti gli studenti che, attraverso i progetti di partecipazione, hanno supportato il nostro staff: le tutor del Liceo S. Anguissola, che hanno accompagnato le classi in visita, le hostess dell’Istituto L. Einaudi che hanno gestito le sale, l’ingresso ai laboratori e la reception, gli studenti del Liceo Classico D. Manin, impegnati nel progetto Questione di stile e i ragazzi del Liceo S. Anguissola che hanno collaborato alla TV del Salone. L’auspicio per il futuro è di poter realizzare, con il sostegno di co-organizzatori e sponsor, docenti e dirigenti scolastici, la XIX edizione della manifestazione il prossimo anno. Ringrazio anche tutti coloro che si sono adoperati per l’organizzazione dei laboratori, molto apprezzati si da parte dei docenti che dagli studenti”.

Fatta una prima valutazione dei questionari di gradimento, compilati dai docenti, grande apprezzamento è stato espresso in particolare per gli incontri – spettacolo dedicati all’orientamento, ad iniziare dal GAC (Gran Consiglio al Completo), il laboratorio di orientamento dedicato alle classi terze delle scuole medie, gestito dai “form-attori” del Franco Agostino Teatro Festival, che ha coinvolto i ragazzi nel racconto di una famiglia un po’ troppo ansiosa per la scelta del figlio sulla scuola secondaria alla quale iscriversi. Il divertimento si è così unito alla riflessione sull’importanza del momento della scelta, in modo da favorire un percorso di consapevolezza, metodo e crescita. Molto apprezzata la performance di Nicola Cazzalini, attore capace di interagire con i ragazzi.

Particolarmente gradito anche Mappe, dedicato alle classi quinte delle elementari e gestito sempre dal Franco Agostino Teatro Festival, che ha coinvolto i bambini in un viaggio alla scoperta delle molteplici vie di scelta tra le scuole medie delle città per conoscere la bellezza del crescere, capire e costruire il proprio futuro. Durante il viaggio i bambini hanno partecipato con entusiasmo e curiosità e i giovani delle scuole medie presenti (Scuole Secondarie di Primo Grado A. Frank, Beata Vergine, A. Campi, Sacra Famiglia, M. G. Vida, Virgilio) sono state coinvolti dall’attore che, paragonando le scuole ad un’isola su cui i bambini di volta in volta approdano, le porta a presentare la propria offerta formativa e le singole caratteristiche.

Tutti hanno avuto la possibilità di assistere ai numerosi eventi e laboratori hanno accompagnato la visita all’area espositiva. Innanzitutto l’iniziativa di solidarietà Fare e Dare. Baratto Solidale, realizzata in collaborazione con il Liceo Artistico “Bruno Munari” e l’Associazione di Promozione Sociale FACILIDEE semplice comunicare. Infatti, durante le giornate del Salone delle Studente, i bambini e i ragazzi hanno partecipato a laboratori espressivi e tutti i prodotti artistici creati che sono stati “barattati” con materiale di cancelleria che verrà donato alla Cooperativa Nazareth.

Alle 14, 30, in Sala Rodi, è stato presentato il Liceo Coreutico dell’Anguissola con l’esibizione di tre ballerine classiche che hanno presentato sul palco, è il caso di dirlo, l’offerta formativa di questo particolare indirizzo della scuola. Altro appuntamento alle 15,00 quando bambini e ragazzi hanno potuto partecipare ai laboratori L’albero della vita (con il prezioso contributo del Nuovo Gruppo Artistico Il Cascinetto), e Taikonzero Drums, realizzato dall’associazione Taiko, che svolge attività di utilità sociale. Sono stati prodotti strumenti a percussione grazie al riutilizzo di tamburi, bidoni, tubi, legno, pietre, bottiglie e materiali vari di recupero e scarto aziendale. Il tutto seguito da un’esibizione musicale di Taiko, antica disciplina giapponese, legata all’arte musicale delle percussioni in abbinamento con una gestualità rituale. Il Salone dello Studente si è concluso all’insegna della musica: sul palco di Sala Rodi si sono infatti alternati tre gruppi del Liceo Musicale “A. Stradivari” (chitarre, fiati e archi) per terminare con l’esibizione dell’Ensemble dei fiati “A. Ponchielli” tra l’entusiasmo del pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti