Commenta

Sette milioni di euro per riqualificare le strade del territorio provinciale

interventi-strade-evid

In arrivo dalle Regione 7.300.000 euro per la Provincia di Cremona, finalizzati alla messa in campo di interventi infrastrutturali su tutto il territorio (con la prescrizione che si tratti di interventi a valenza regionale). Di questa somma, 3.000.000 di euro verranno destinati a “interventi prioritari sulla rete viaria d’interesse regionale, la cui individuazione è frutto di precedenti accordi con la Regione Lombardia”. Si tratta di una decisione presa dall’amministrazione provinciale per far fronte all’emergenza viabilistica che si riscontra su alcune strade, ridotte ormai a colabrodo. “Vista la situazione ci è sembrata una scelta responsabile intervenire su quelle direttrici a valenza regionale che si trovano in condizioni di pesante degrado – evidenzia l’assessore provinciale Giovanni Leoni -. Questi tre milioni verranno quindi utilizzati per ripristinare diverse strade, quelle più ammalorate, suddividendo la somma nei tre diversi territori: un milione al Cremasco, uno al Cremonese e uno al Casalasco. Per fare qualche esempio, interverremo sulla via Giuseppina, tra Solarolo Rainerio e San Giovanni in Croce, nonché in alcuni tratti della Asolana, per il Casalasco. Sul Cremonese risulta prioritario intervenire sul primo tratto della via Mantova, tra San Felice e l’Iper. Sul Cremasco dovremo invece lavorare sulla tangenziale, nel tratto che da Crema va verso il raddoppio della Paullese. Questi sono solo alcuni esempi di interventi che non saranno, a differenza di altri eseguiti in passato, solo destinati al rifacimento del manto stradale: si tratterà di lavorare sulla struttura stessa della strada, rifacendola completamente, in modo che duri almeno una decina di anni”. Questi interventi verranno eseguiti con una certa urgenza: “Stiamo già per metterli a gara. Partiranno tra la primavera e l’estate – spiega l’assessore – in modo da essere pronti il prima possibile”.

Gli altri 4.300 euro di finanziamento, saranno invece destinati a dei lavori di tipo infrastrutturale. “Nello specifico, 1.800.000 euro serviranno per la riqualificazione del ponte Verdi (sul Po) di San Daniele Po – evidenzia Leoni -, un altro milione verrà destinato a riqualificare la viabilità di Casalmaggiore, un terzo milione verrà utilizzato per la messa in sicurezza del sovrappasso di Piadena dal punto di vista strutturale e i fondi restanti serviranno a riqualificare e mettere a norma due rotonde: quella di Pandino e quella di Cicognolo”.

Laura Bosio
redazione@cremonaoggi.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti