Commenta

A mezzogiorno in A21 con tasso-alcol 5 volte oltre limite, bloccato da Polstrada Scoperto anche camionista con cronotachigrafo alterato

polstrada

Bloccato attorno a mezzogiorno in autostrada mentre si trovava al volante di una Lancia Lybra con un tasso alcolemico quasi cinque volte oltre il limite, viaggiando con un’andatura pericolosa. L’intervento della polizia stradale di Cremona è scattato dopo le segnalazioni arrivate in sala operativa. Il conducente ubriaco, un indiano di 37 anni residente in Piemonte, è stato fermato da una pattuglia nella giornata di domenica – ma lo si è appreso solo in queste ore -: è stato intercettato dagli agenti all’altezza di Castelvetro (direzione Piacenza). Il controllo ha fatto emergere un tasso di 2,32 grammi per litro. Via la patente e sequestro del veicolo. Il 37enne è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza ed è stato sanzionato anche perché il veicolo era privo di assicurazione.

ALTRO INTERVENTO: CRONOTACHIGRAFO ALTERATO, CAMIONISTA DENUNCIATO

Intensa l’attività della Stradale della provincia di Cremona, guidata dal comandante Federica Deledda, sul fronte della sicurezza: lunedì pomeriggio, nell’ambito di controlli coordinati, un camionista 52enne nato e residente a Napoli è stato scoperto a viaggiare con il cronotachigrafo (lo strumento montato sui mezzi pesanti per registrare i tempi di guida e di riposo) alterato. I poliziotti lo hanno fermato sulla via Mantova, nei pressi dell’imbocco dell’autostrada, attorno alle 15,30, e hanno individuato il trucco: una calamita sotto il vano motore impediva al cronotachigrafo di funzionare correttamente. Non ci hanno messo molto gli agenti, durante il controllo, a notare l’incongruenza di circa 400 chilometri tra quanto segnato dal contachilometri e dal cronotachigrafo e a far scattare un’accurata ispezione (lo strumento, inoltre, segnava “riposo” quando in realtà era in movimento). Il camionista è stato sanzionato per la violazione al Codice della strada e denunciato per rimozione o omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti