Commenta

Lotta a corruzione Tappa cremonese di 'Riparte il futuro'

galimberti-carlino

Si terrà domani, 17 maggio, alle ore 10,30 in sala Mercanti, la tappa cremonese della campagna nazionale contro la corruzione di Libera. Sarà a Cremona Leonardo Ferrante, il coordinatore dell’iniziativa “Riparte il futuro”, che consiste nell’invitare tutti i candidati sindaci alle prossime elezioni a dichiarare pubblicamente (inserendole sulla piattaforma online di www.riparteilfuturo.it) alcune informazioni quali l’assenza di conflitti di interesse,  pubblicando nel contempo la propria situazione reddituale e patrimoniale. All’incontro sono invitati i candidati che hanno aderito alla campagna: a Cremona, a tutt’oggi (venerdì 16 maggio pomeriggio) hanno aderito solo due candidati, Laura Carlino e Gianluca Galimberrti e una candidata consigliere di Sinistra per Cremona – Energia Civile,  Elisabetta Cabrini. Laura Carlino dichiara redditi da lavoro (insegna Arte alla Beata Vergine) per 9.675 euro e un patrimonio consistente in due appartamenti in via Gorizia, al 50% di proprietà, e in uno a Carisolo (Trento), sempre al 50%. L’auto di proprietà è una Seat Arosa del 1998. 9000 euro gli investimenti  in attività finanziarie. Gianluca Galimberti, professore al liceo scientifico Aselli e docente a contratto presso l’Università Cattolica di Brescia, dichiara un reddito da lavoro di 43.988 euro e investimenti in titoli e conto corrente per 186mila euro. Il patrimonio immobiliare consiste in un appartamento e garage a Cremona, e la nuda proprietà di sei appartamenti con garage e 1 negozio  al 50% a Sospiro. L’auto di Galimberti è una Opel Astra del 2011.

La campagna di Libera, tesa a favorire con azioni concrete il contrasto alla corruzione negli enti locali, è approdata anche a Cremona grazie al coordinamento provinciale presieduto da Silvia Camisaschi e si avvale del supporto operativo dell’Arci e dei sindacati Confederali. Venerdì 23 maggio, ore 11 alla stazione ferroviaria, il passaggio della Carovana Antimafia per ricordare Giovanni Falcone e la sua scorta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti