2 Commenti

Campagna elettorale, ultimi sforzi per liste e partiti

forza-italia-e-lega

Ultimi sforzi di campagna elettorale per partiti ormai stanchi ma sempre agguerriti: molti i gazebo e gli appuntamenti che hanno animato la domenica pomeriggio cremonese. A partire dalla festa di Forza Italia, che ha colorato piazza Stradivari con la manifestazione “Cremona é più bella con noi”. Erano presenti il sindaco Oreste Perri e i vicecoordinatori locali Francesco Zanibelli e Domenico Maschi, principali organizzatori dell’iniziativa.
Gli attivisti indossavano una maglietta che illustrava le opere realizzate durante i cinque anni del mandato amministrativo di Oreste Perri. Ha aperto la manifestazione l’assessore ai lavori pubblici Francesco Zanibelli, iniziando il proprio intervento ringraziando gli altri organizzatori dell’evento riferendosi in particolare a Barone e Licinio. “Le magliette indossate dai candidati costituiscono una testimonianza del nostro impegno e dell’importante operato dell’amministrazione e del sindaco – ha detto Zanibelli -. Guardate la città come appare e pensate a come invece prima di noi. Ci candidiamo non con le solite promesse elettorali ma offrendo alla città quanto abbiamo già realizzato”
“Ci troviamo in una piazza che per noi costituisce un simbolo, più che un semplice luogo; ricordate la pensilina edificata al centro del sito, ora non esiste più, grazie a tanti amici e non solo di colleghi abbiamo raggiunto ragguardevoli traguardi poiché ha avuto la capacità di lavorare insieme” ha affermato il primo cittadino, ricordando la sigillatura della pavimentazione di pregio presso Piazza Stradivari, ad opera degli studenti della Scuola Edile.

Proprio accanto – in molti si sono chiesti se fosse un caso o se non sia una sorta di “prova di apparentamento – la Lega era impegnata con la sua campagna contro gli immigrati.

Domenica di animazione anche alla sede di ‘Gianluca Galimberti sindaco’ in largo Boccaccino. Nel pomeriggio i candidati della lista Fare nuova la città, con magliette arancioni e viola, hanno distribuito volantini in centro città, accompagnati dal candidato . Davanti alla sede, i pittori Laura Bravi e Guido Nolli hanno allestito una estemporanea: dripping sul sagrato. Riunione di coalizione in serata per organizzare la giornata finale della coalizione di centrosinistra, il 23 maggio ‘Galimberti day’. Il Pd era impegnato anche con un banchetto di promozione in via Verdi, con la presenza di Luca Burgazzi e di Maura Ruggeri.

Intanto piazza Roma è stata animata dalla manifestazione organizzata dalla lista ‘Un’altra Europa con Tsipras’ e dalla lista ‘Sinistra per Cremona – Energia civile’, con musica, momenti conviviali e di dibattito.

Infine al Lex pub di piazza S.M. Zaccaria si è svolto un happy hour promosso da Nuovo Centrodestra. Un momento di incontro e riflessione in cui si è parlato di proposte per rilanciare il commerci9o. Ospite dell’incontro l’assessore regionale al Commercio e Turismo, Mauro Parolini e  il candidato sindaco Oreste Perri. A introdurre gli interventi, Carlo Malvezzi, coordinatore provinciale del parito. “La politica ha innanzitutto un compito: mettere in condizioni la famiglie e le imprese di investire le risorse che hanno. In questi 5 anni, la giunta Perri ha lavorato cosí”.
Proprio il sindaco uscente dice di ripresentarsi al voto “con la coscienza tranquilla. Abbiamo fatto tanto, da piazza Marconi all’eliminazione dei passaggi a livello ai nuovi insediamenti produttivi e ai grandi riconoscimenti alla cultura cremonese. Tutto questo non l’ha fatto Oreste, ma la squadra che lo ha sostenuto”. E a proposito dei centri commerciali Perri ha ricordato che “i supermercati non li abbiamo fatti noi, ma quelli che c’erano prima”.
L’assessore regionale Parolini ha sottolineato che “i numeri turistici di Cremona hanno ampi margini di miglioramento. Ricchezza e lavoro non li creano i partiti ma le risorse dei territori. Cominciamo noi a credere alle potenzialità del nostro patrimonio, superando i particolarismi e concentrando le risorse su obiettivi condivisi”. L’arma vincente, per Parolini, é “l’ascolto e la capacità di cogliere e valorizzare le potenzialità che arrivano dal basso. Questa é la politica vera”.
All’incontro sono anche intervenuti Michele Quarantani, panificatore e Dino Barbieri, ristoratore e agente di commercio, entrambi candidati per l’Ncd.  Sei le misure per favorire il commercio a Cremona che hanno illustrato: “Agevolazioni fiscali per chi riduce di almeno il 20% l’attuale canone di locazione del proprio negozio; l’esenzione dell’Imu per 5 anni a chi lo ristruttura; l’accordo con privati per realizzare nuovi parcheggi nel centro storico; nessun nuovo centro commerciale in città; wifi free in tutta Cremona; creazione di una Fondazione pubblico/privato per sostenere e incentivare l’imprenditoria giovanile”.

Si è svolto invece nei giorni scorsi Si è svolto ieri a SpazioComune l’incontro di Cremona Città Nova per la presentazione del programma sulla Solidarietà. Il candidato sindaco Laura Carlino, affiancata da Lorenza Milanesi, ha presentato i punti salienti del programma e le priorità di Cremona Città Nova in questo ambito delicato ma fondamentale per i cittadini. In particolare, ha spiegato che la futura amministrazione dovrà assolutamente farsi carico di decisioni cruciali riguardo a Cremona Solidale (Ex Soldi), di cui sarà necessario rivedere la ragione sociale, come Perri aveva promesso cinque anni fa ma non ha avuto il coraggio di fare, trasformando l’Azienda Speciale in Onlus o in Impresa sociale: è un impegno preciso per Cremona Città Nova, perché la trasformazione avrebbe ricadute positive in termini economici e di risparmio, proseguendo l’azione di risanamento che già in questi anni è stata indubbiamente intrapresa con successo.
Altro nodo cruciale è, per Cremona Città Nova, quello dei rapporti tra ufficio di Piano e Azienda Sociale Cremonese, specie a partire dal 2015 quando l’abolizione della provincia comporterà cambiamenti radicali sia sul piano organizzativo che economico-finanziario non solo di Cremona, ma dell’intero territorio provinciale. Senza dimenticare, naturalmente, un  altro tema delicato che è quello degli appalti per la gestione dei Centri Diurni (anziani, disabili…): Cremona Città Nova ritiene prioritaria una revisione della politica degli appalti perché, prolungandone la durata rispetto ai pochi anni di oggi, si faciliterebbe l’investimento da parte delle cooperative appaltatrici, attualmente frustrato dalla breve prospettiva temporale.
All’incontro era presente l’assessore Luigi Amore che ha ascoltato con interesse e, al termine della presentazione, ha preso la parola per dichiararsi pienamente d’accordo con quanto illustrato nel programma e per spiegare – approfondendoli – alcuni nodi delicati e le problematiche anche normative che il settore si trova ad affrontare ogni giorno,

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Lega Nord Cremona

    Nessun avvicinamento, nessuna alleanza con PERRI e la sua banda.

  • paolo

    In 5 anni la destra cremonese non e’ riuscita a produrre un piano industriale per aem/lgh. Questa e’ una patente di incapacità.