Commenta

Consiglio Comunale con nove gruppi Zanardi lascia 'Obiettivo Cremona'

consiglio-e-zanardi-evid

Inizia con un primo ‘colpo di scena’ il consiglio comunale del 14 luglio, il secondo dopo quello d’insediamento. Alessio Zanardi, eletto nella lista Obiettivo Cremona con Perri costituirà il gruppo Misto, uscendo così dal gruppo costituito da Maria Vittoria Ceraso. Andrea Sozzi e Luigi Amore (subentrato a Oreste Perri che il 1 luglio ha ufficializzato la decisione di rinunciare al seggio). “Ne ho parlato prima con Oreste, poi con Maria Vittoria Ceraso – spiega Zanardi, per cinque anni presidente  del Consiglio comunale -. La mia opinione è che un gruppo che prende il nome da Oreste Perri, ma senza Perri, non abbia più significato. Dobbiamo prendere atto di una sconfitta e lavorare per tornare a vincere, ma il percorso deve continuare nel cambiamento. Cosa che riguarda non solo la lista civica, ma evidentemente tutto il centrodestra. Il progetto politico nato attorno alla fugura di Oreste si è concluso con il suo ritiro. Io sono contento, fortunato e onorato di essere stato rieletto e continuerò il mio impegno dai banchi della minoranza”. Apparentemente, nessun attrito con Maria Vittoria Ceraso, la più votata della lista Perri con 172 preferenze, seguita da Andrea Sozzi, 104 e dallo stesso Zanardi, 85. Amore è quarto con 79 preferenze e ha confermato la disponibilità a subentrare all’ex sindaco.

Dunque saranno ben nove i gruppi consigliari, di cui quattro costituiti da un solo membro: per la maggioranza, Pd con capogruppo Rodolfo Bona (supplente Roberto Poli); Fare Nuova la città, capogruppo Italo Manfredini, supplente Alessio Antonioli; Sinistra per Cremona-Energia Civile, monogruppo con Filippo Bonali. In minoranza: Forza Italia, capogruppo Ferruccio Giovetti (il supplente sarà deciso di volta in volta); Obiettivo Cremona con Perri, con Ceraso capogruppo (in qualità di consigliere anziano); Lega Nord, capogruppo Alessandro Carpani, supplente Alessandro Fanti; Nuovo Centrodestra, monogruppo con Federico Fasani; M5Stelle, monogruppo con Maria Lucia Lanfredi.

L’ordine del giorno del consiglio di lunedì prossimo sarà deciso nel pomeriggio di oggi, martedi 8 luglio dall’ufficio di presidenza. Alcuni consiglieri hanno già chiesto agli uffici di spostare le riunioni e i consigli in orari extra lavorativi, o il sabato mattina. Come Alessandro Carpani, Lega Nord: “Visto che non si ‘vive’ di attività connessa al ruolo di Consigliere Comunale – ha scritto all’Ufficio di Presidenza del Comune  – e per rispetto nei confronti dei datori di lavoro, chiedo che gli Uffici di Presidenza, le Commissioni, i Consigli Comunali, possano essere convocati in orari che vadano ad influenzare il meno possibile la nostra attività lavorativa, così come avviene nella maggior parte dei Comuni del nostro territorio”.

g.b.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti