Un commento

Riconoscimento Unesco, il sindaco incontra il ministro

franceschini

“Cremona ha ottenuto nel 2012 il riconoscimento Unesco del sapere e saper fare liutario come patrimonio immateriale dell’umanità perché nella nostra città c’è un sistema unico e straordinario. Questo riconoscimento ora va mantenuto e innovato”. Così il sindaco del Comune di Cremona Gianluca Galimberti ha esordito nell’incontro a Roma con il Ministro per i Beni e le Attività culturali e del Turismo Dario Franceschini. Presenti il Sottosegretario alle Riforme Luciano Pizzetti, Paolo Bodini e il direttore Virginia Villa del Museo del Violino, la professoressa di Musicologia Fulvia Caruso. Presentate al Ministro quattro azioni. La prima, una progettualità relativa ad un nuovo corso di laurea in restauro dei beni musicali, già descritta anche al Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini. Secondo passaggio sulla Scuola Internazionale della Liuteria, sulla quale il sindaco ha chiesto di presentare a gennaio al Ministro un memorandum con proposte, frutto di un confronto con gli enti competenti. ‘Il tema è quello di liberare la scuola di liuteria da alcuni schematismi che la imbrigliano e di renderla una scuola speciale’, ha spiegato il sindaco. Terzo ambito presentato al Ministro, quello dell’alta formazione musicale: un nuovo corso di laurea in Musica in sinergia con pareggiato ‘Claudio Monteverdi’, Conservatorio ‘Luca Marenzio’ di Brescia e la facoltà di Musicologia dell’Università di Pavia. Nel panorama dell’alta formazione musicale anche il Teatro Ponchielli: il sindaco ha ricordato l’iniziativa intrapresa con gli altri 27 sindaci delle città che ospitano questa tipologia di istituzioni culturali e ha presentato al Ministro il progetto Festival Monteverdi, festival nuovo e affascinante lungo il fiume Po tra Cremona, Mantova e Venezia. Presentata infine la realtà del Museo del Violino, gioiello del sistema liutario cremonese, con la richiesta di specifici interventi che ne sostengano l’originalità e l’importanza internazionale. “Il sistema Cremona non riguarda solo la nostra città, riguarda il paese e riguarda il legame tra territori diversi. Siamo qui per presentare una unicità su cui abbiamo fatto progetti”, ha concluso il sindaco. Interessato e disponibile, il Ministro Franceschini ha dato il suo assenso ad ulteriori approfondimenti tecnici con i funzionari del Ministero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Sorcio Verde

    Sono sempre più convito che questo sindaco abbia le idee molto confuse, e gli amici di partito che porta agli incontri gli fanno credere ciò che vogliono.E’ quello che si merita Cremona?