Commenta

La Vanoli delude i tifosi al PalaRadi, sconfitta da Pesaro 73-80

vanoli-okevid

Foto Sessa

La Vanoli Cremona delude i propri tifosi con un capitombolo casalingo amaro ed imprevisto ed ancora una volta contro una diretta concorrente alla salvezza. Al Palaradi si è imposto Pesaro (che ha catturato più rimbalzi) per 80-73 grazie ad una positiva prestazione di Ross, Reddic e soprattutto Musso. Dopo due buoni periodi, sino all’intervallo 47-36), i biancoblu  hanno  pensato di poter aver ragione con una certa sicurezza   della Consultinvest Pesaro ma non è stato così. Gli avversari, infatti, come accaduto a Venezia la scorsa giornata, nel terzo tempo sono rientrati in partita ed hanno poi gestito sino alla chiusura  la situazione una volta divenuta loro favorevole. Domenica Vitali e compagni saranno in trasferta a Bologna.

PRIMO PERIODO

Inizio come annunciato in settimana  con il suggestivo  lancio di peluche dagli spalti a favore del reparto di pediatria dell’Ospedale di Cremona e la Vanoli si porta subito sul 8-0 al 4’ e Pesaro  è costretto al time out. Vitali sigla il 12 a 4 al 5’ e tocca quota 2000 punti personali in serie A. Musso e Ross avvicinano Pesaro a meno tre ma la seconda “bomba” di Gazzotti  ridà margine ai biancoblu. Reddic cattura rimbalzi in attacco ed è difficilmente marcabile. Al 10’ la vanoli Cremona conduce 24-17,

SECONDO PERIODO

I padroni di casa commettono errori in avanti, Pesaro infila  un parziale di 7 a 0 in 26” ed impatta.  Un fallo antisportivo ai danni di Ross ed i seguenti liberi di campani ed una tripla di Ferguson rimettono la Vanoli a più 7 (31-24) al 13’. Vitali va a canestro con continuità ed i biancoblu si mantengono con sicurezza al comando 39-30 al 17’. Pesaro aumenta l’intensità difensiva soprattutto nelle marcature su Vitali, Hayes e Cusin ma con scarsi risultati. 47-36 al riposo.

TERZO PERIODO

La Vanoli è un po’ “molle” e Pesaro ne approfitta con Ross che con 8 punti riduce a meno quattro il ritardo al 23’ sul 50-46. La rincorsa dei marchigiani non si ferma ed al 26’ sono loro a passare in testa 53-55 grazie ad un ottimo Musso. (19 punti per lui) Una “bomba” di Bell ridà coraggio ai cremonesi  che  Insistono  troppo nel tiro dalla lunga distanza commettendo numerosi errori . Al 30’ il parziale è 60-59

QUARTO PERIODO

5-0 il parziale per Pesaro e coach pancotto ferma il cronometro per dare nuove direttive ma Pesaro con Reddic  allunga pericolosamente 71-61 al 35’ (parziale 11 a 1 ). Reazione d’orgoglio dei locali che infilano quattro triple (nel frattempo Vitali esce al 37’  per 5 falli tra cui un “tecnico” ) ed al 38’30 sono a meno tre 73-76 ma la rincorsa si è chiusa qui.

Marco Ravara

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti