Commenta

Boom delle imprese del benessere A Cremona la crescita maggiore

imprese-benessere-evid

Dopo i bagordi delle feste, è ora di rimettersi in forma, di perdere quei chili di troppo che molti avranno accumulato. I cremonesi, sotto questo punto di vista, sembrano essere molto legati al benessere del corpo, tanto che il nostro territorio risulta essere, secondo uno studio della Camera di Commercio di Milano, quello in cui le imprese del settore hanno subito la maggiore impennata in Lombardia, nel 2014. I dati parlano chiaro: rispetto al 2013 crescono soprattutto Cremona (+4,6%), Como e Pavia (entrambe: +2,3%). Nelle altre province sono rimaste stabili o sono in diminuzione. A Cremona, da 261, il numero delle imprese del settore è passato a 273, così suddivise: 31 palestre, 217 istituti di bellezza, 18 servizi per il benessere fisico e 7 manicure e pedicure.

In generale, nel 2014 il settore del benessere in Lombardia conta 7.636 imprese, stabili rispetto al 2013: in aumento manicure e pedicure (+14,8%), palestre (+1,7%), gli istituti di bellezza (+0,3%), in calo i centri benessere (-6,3%). Aumentano del 2,6% i titolari stranieri, specialmente i rumeni (+160%, passano da 10 a 26) ma in ripresa anche i cinesi (+2,6%) che restano di gran lunga i più numerosi, con 361 ditte rispetto alle 352 del 2013. Seguono brasiliani (22 titolari,+29,4%) e thailandesi (21, stabili). In generale, la Lombardia rappresenta un quinto delle attività italiane del settore (19,3%), il 21,9% dei servizi di manicure e pedicure e quasi un centro benessere su tre (30,9%). Milano, Brescia e Bergamo le province con il maggior numero di imprese, rispettivamente 2.451 (oltre una su venti in Italia), 1.018 e 911.

In Italia la crescita del settore benessere dal 2013 al 2014 è del 2,1% per un totale di 39.481 imprese. Nel dettaglio si tratta di 31.330 istituti di bellezza (+1,9%), 3.842 palestre (+1,3%), 3.065 centri per il benessere fisico (+2%) e 1.244 pedicure e manicure (+9,6%). Leader del settore è Roma con 2.892 attività, il 7,3% del totale nazionale seguita da Milano con 2.451 (6,2%) e Torino con 1.534 (3,9%). Tra le prime 10 province la crescita maggiore va a Roma (+4,6%), Vicenza (+3,9%) e Bari (+2,4%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti