Commenta

L'avvocato Marzia Soldani eletta nuovo presidente dell'Ordine

ordine-evi

Foto di Francesco Sessa

L'avvocato Soldani

E’ un’altra donna a succedere all’avvocato Anna Salvalaggio come presidente dell’Ordine degli avvocati. Il nuovo presidente dell’Ordine ‘unificato’ di Cremona e Crema è l’avvocato Marzia Soldani, del foro di Cremona. Il ruolo di segretario spetterà invece all’avvocato cremonese Arabella Cantalupo. Tesoriere, un avvocato cremasco: Matteo Mantica. I consiglieri sono gli avvocati della lista “Partecipare e decidere”, vincitrice alle elezioni: Marcello Lattari, Daniela Radi, Marco Giuseppe Simone, Roberta Manclossi, Anna Maria Petralito, Gianluca Pasquali, Cesare Arsola e Claudio Tampelli. Il nuovo presidente seguirà la linea tracciata dal suo predecessore, con un’attenzione particolare alla “formazione, alla partecipazione e alla trasparenza”. “Obiettivo”, ha detto l’avvocato Soldani, “sarà quello di rafforzare il ruolo dell’avvocatura, al centro del sistema giustizia, collaborando per la tutela dei diritti dei cittadini e per rendere più efficiente la giustizia in un momento così difficile come questo”. In occasione del rinnovo dei membri del Consiglio dell’Ordine, il funzionario responsabile dell’Ufficio relazioni con il pubblico Daniela Sardo, in una nota ha voluto ringraziare il presidente uscente Anna Salvalaggio e “tutto il team di avvocati e consiglieri che con lei hanno contribuito al salto di qualità della categoria. Il loro impegno e la loro attiva presenza ha consentito di fronteggiare egregiamente le problematiche legate alle nuove modalità operative dell’era digitale, collaborando positivamente con il tribunale e l’urp e ponendosi come valido punto di riferimento. Con grande passione e coraggio, l’avvocato Anna Salvalaggio e il suo team hanno superato i momenti difficili legati anche all’accorpamento del tribunale di Crema, con idee propositive e all’avanguardia a tutela della nuova e accresciuta categoria. Ai neo eletti, i migliori auguri di buon lavoro”.

Sara Pizzorni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti