Commenta

Tari, in arrivo nuovi avvisi di pagamento Due rate: una a marzo e una ad aprile

tari-evid

Sono in arrivo i nuovi avvisi di pagamento della Tari (tassa rifiuti) riferita all’anno 2014, ricalcolata in seguito all’errore nella definizione delle tariffe e alla rettifica, per mero errore materiale, della delibera adottata il 16 aprile 2014 dal Consiglio comunale precedente. Si tratta della correzione dell’inversione dei costi attribuiti alle due macrocategorie che, a calcolo corretto, risultano 64% per le utenze domestiche e 36% per le utenze non domestiche.

I nuovi avvisi sono già stati illustrati nella giornata odierna dall’assessore alle Risorse Maurizio Manzi, dal vicesindaco Maura Ruggeri, dall’assessore alla Città vivibile e Rigenerazione urbana Barbara Manfredini e dall’assessore al Territorio e alla Salute Alessia Manfredini, ai rappresentanti sindacali e a quelli di associazioni di categoria, terzo settore e volontariato. Sulla base del ricalcolo, per i contribuenti domestici (abitazioni) il nuovo avviso di pagamento (saldo) integra il precedente.

Chi ha già versato le prime due rate del precedente avviso Tari 2014 (acconto ricevuto in luglio 2014) paga la terza rata e il saldo indicato nel nuovo avviso (differenza dovuta); chi ha già versato l’importo complessivo del precedente avviso Tari 2014 paga solo il saldo. Per le utenze domestiche, il pagamento del saldo può essere eseguito in un’unica soluzione entro il 2 marzo 2015, oppure in due rate con scadenza: 2 marzo e 30 aprile 2015.Il versamento della terza rata del precedente avviso di pagamento, qualora non ancora effettuato, o comunque di quanto ancora dovuto, deve essere eseguito entro la scadenza del 2 marzo 2015.

Per i contribuenti non domestici l’avviso di pagamento saldo Tari 2014 è modificativo del precedente: pagano se l’importo già versato è inferiore a quanto dovuto in base al ricalcolo; vengono rimborsati se l’importo già versato è superiore a quanto dovuto in base al ricalcolo. In questo ultimo caso, il rimborso sarà a cura del Concessionario della riscossione R.T.I. ICA/Abaco in viale Trento Trieste n.16.Per le utenze non domestiche, il pagamento deve essere eseguito in un’unica soluzione entro il 2 marzo 2015.

LE MODALITA’ DI PAGAMENTO

1. Con bollettini postali ricevuti allegati agli avvisi di pagamento;

2. Con apposito codice a barre presso i totem installati dal Concessionario in Piazza Stradivari 7 (SpazioComune), via della Cooperazione (Porticato Supermercato Coop), via Nino Bixio (Porticato), Piazza Aldo Moro (Punto Salute), San Felice (Porticato Centro Civico San Felice);

3. Con bollettino freccia presso qualsiasi sportello bancario, con eventuale commissione a discrezione della singola banca;

4. Con domiciliazione bancaria Rid (in questo caso il contribuente non troverà allegato all’avviso di pagamento Tari i relativi bollettini di pagamento e l’importo verrà addebitato, alla scadenza, sul conto precedentemente indicato per la domiciliazione);

5. On line dal sito www.rti-ica-abaco.it.

Per informazioni ci si può rivolgere agli uffici di via Geromini 7, primo piano – tel. 0372 407310 – dal lunedì al venerdì dalle 08,30 alle 13,30, al mercoledì dalle 08,30 alle 16,30;  e-mail entrata.servizi@comune.cremona.it, o collegandosi al sito: www.comune.cremona.it, seguendo il percorso: Attività e Uffici – Imposte e Tributi: TARI – Tassa Rifiuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti