2 Commenti

Cremona sarà presente al festival Via della Seta in Corea Sud

coreasud-evid

Dopo gli incontri dello scorso autunno, si fa più stretto il rapporto tra Cremona e la Corea del Sud. E’ stato infatti approvato dalla Giunta il Memorandum of Understanding (MOU), Accordo di reciproco scambio culturale ed economico, tra la provincia di Gyeongsangbuk-do (Corea del Sud) e il Comune di Cremona. Un atto formale ma di rilevante importanza che riguarda, in particolare, la partecipazione e la cooperazione per la buona riuscita dell’evento internazionale del Festival culturale di Gyeongiu, dedicato alla Via della Seta, che si svolgerà da agosto ad ottobre 2015.
Il 10 novembre 2014, nel corso di una solenne cerimonia svoltasi nella Sala dei Quadri di Palazzo Comunale,  il sindaco Gianluca Galimberti per il Comune di Cremona e il governatore Yong Hwan Kwak per la provincia coreana di Goryeong, hanno siglato il  “Memorandum of Understanding” con lo scopo di allacciare relazioni culturali e commerciali tra i due territori, stabilendo così un legame tra la nostra città, capitale della liuteria, e Goryeong, dove è stato creato lo strumento musicale coreano per eccellenza, il gayageum (detto anche kayagùm).E’ proprio sulle note di questi straordinari strumenti che si fondano le basi di un rapporto tra la nostra comunità e quella della città coreana, caratterizzate da un’antica cultura e da antiche tradizioni che si perpetuano tutt’oggi.

Tra i vari progetti scaturiti da quell’intesa, che rafforza la cooperazione tra le istituzioni coinvolte, si inserisce la lettera di intenti grazie alla quale Cremona e la Fondazione Cultura Expo di Gyeongsangbik-do della Repubblica della Corea del Sud si impegnano, di comune accordo, a collaborare per la buona riuscita del Festival della Via della Seta che si terrà a Gyeongju-si nel 2015 sulla base dei rapporti di collaborazione e di scambio economico e culturale che intercorrono con Goryeong-gun. Si stabilisce inoltre che entrambe le istituzioni decidono di collaborare per la condivisione dei programmi culturali e la partecipazione a vari eventi relativi al Festival. Sulla base dell’accordo di scambio economico e culturale siglato con Goryeong-gun, Gyeongsangbuk-do, Cremona parteciperà e coopererà attivamente per la  buona riuscita di questo evento internazionale.
“Un accordo – commenta il sindaco Galimberti – che risponde alla forte necessità di Cremona di aprirsi al mondo attraverso scambi culturali, e di conseguenza anche a valenza economica, nell’esclusivo interesse non solo dello sviluppo e della crescita della nostra città, ma anche dell’Italia e della Corea e quindi dell’Europa e dell’Estremo Oriente”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • A.Locatelli

    cioè???

    • Sorcio Verde

      Il nulla come al solito, però scommetto qualcuno si farà un bel viaggetto….