Commenta

Svolta al Consorzio Agrario 8 consiglieri a Coldiretti, 4 alla Libera

evid-c

Foto Sessa

AGGIORNAMENTO –  Terminata da pochi minuti l’assemblea dei delegati del consorzio agrario in Fiera. Nel nuovo consiglio di amministrazione entrano 8 consiglieri di Coldiretti e 4 della Libera. Papabile per la carica dei presidente Paolo Voltini, che però precisa: “Non corriamo troppo. Insieme, in casa nostra rifletteremo e da lì uscirà il nome del presidente; ringrazi tutti i soci del consorzio agrario e tutti quelli che amano l’agricoltura cremonese e che si aspettano dal consorzio agrario delle opportunità in più rispetto a quello che ha dato finora”.

Un clima davvero teso e pesante quello che ha accompagnato l’approvazione del bilancio del Consorzio Agrario di Cremona, che nella mattinata di venerdì è passato con la sola astensione dell’ex presidente della Coldiretti Ettore Pedroni. Un bilancio che presenta un disavanzo di 336.573 euro. Tanta la tensione tra le due principali associazioni di agricoltori, Libera e Coldiretti: i primi tutti seduti a sinistra, i secondi tutti seduti a destra.

Durante la mattinata sono state ascoltate le relazioni dell’ex presidente Ernesto Folli e del direttore Paolo Nolli.

Il COMUNICATO DI COLDIRETTI (ORE 16.50) Con un voto compatto  –  che ha confermato ed interpretato la volontà di cambiamento espressa dagli agricoltori cremonesi nel voto delle assemblea parziali – stamattina, nell’assemblea generale convocata a CremonaFiere,  i 63 grandi elettori di Coldiretti Cremona hanno confermato la ‘svolta’ storica impressa al Consorzio Agrario di Cremona.Il nuovo Consiglio di amministrazione risulta oggi composto da 8 consiglieri espressione di Coldiretti Cremona –  che si prepara a designare la presidenza – e 4 consiglieri della Libera Agricoltori.“Il primo pensiero va a tutti gli agricoltori che hanno dato fiducia alla nostra lista che indicava anche nel titolo la volontà di cambiamento – sottolinea Paolo Voltini, Presidente di Coldiretti Cremona –. Non posso inoltre dimenticare la compattezza dei nostri delegati, che hanno dato un segnale di grande unità e di grande dignità esprimendo 63 voti alla lista per il rinnovamento”.“Questa è la grande risposta – prosegue il Presidente di Coldiretti Cremona – a chi diceva che i nostri delegati avrebbero ceduto alle lusinghe di chi ha promesso in questi giorni mare e monti in cambio del voto alla lista della Libera Agricoltori. I nostri Soci sono persone serie e leali e hanno dimostrato un grande senso di appartenenza. Siamo consapevoli dell’impegno e della responsabilità che ci siamo assunti, ma abbiamo anche la serenità necessaria per affrontare questi impegni”.“Noi, l’ho detto nel mio intervento in assemblea, siamo certi di una cosa: che il Consorzio agrario è un patrimonio di tutti gli agricoltori – conclude Voltini – e che l’unico nostro obiettivo è di renderlo sempre uno strumento al servizio di tutte le imprese, che oggi stanno attraversando un periodo di grande difficoltà”.

SEGUONO AGGIORNAMENTI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti