Commenta

Dopolavoro Ferroviario, chiude il bar. Birreria nell'ex bocciodromo

dlf-evid

Finisce un’era. Ha chiuso infatti il bar del Dopolavoro ferroviario, dopo che un paio di anni fa era sparito anche il Bocciodromo. Il dopolavoro cambia così volto, e volta pagina. Stop a osteria e bocce. Arrivano una birreria, che sorgerà nella sede Dlf di via Bergamo, e un campo da calcetto, presso la canottieri.

Il locale è un grosso investimento da parte del gruppo veneto pedavena, leader nella produzione della birra a livello europeo, e sorgera dopo l’estate, con un bacino di utenza che interesserà un raggio di 50 chilometri. Un beneficio anche per il Dopolavoro, grazie all’affitto che per 20 anni percepirà dal gruppo veneto.

Soddisfatto il presidente Giuseppe ghisolfi: “Vogliamo un dopolavoro per giovani di spirito – ha detto -. Sono anche in programma nuove attività, tra cui la nascita di un circolo fotografico”.

I lavori inizieranno la settimana prossima e dureranno per tutta l’estate. L’inaugurazione è prevista tra la fine di agosto e l’inizio di settembre. Nella mensa, un tempo sala da teatro dove vi recitò anche Tognazzi negli anni 40, e che chiuderà a settembre, a fine anno sorgerà un ristorante messicano. Gli uffici del Dlf resteranno in via Bergamo e verranno allargati.

Simone Bacchetta

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti