Commenta

Calcioscommesse, nella nuova inchiesta una gara della Cremo ma nessun grigiorosso risulta coinvolto Ecco il video della partita incriminata con le azioni sospette

https://www.youtube.com/watch?v=srnTD92Cek8

Sopra, il video della partita incriminata con le azioni sospette

AGGIORNAMENTO – C’è anche una partita della Cremonese tra le gare finite sotto la lente degli investigatori nella nuova inchiesta sul calcioscommesse, firmata dalla Dda e dalla Squadra mobile di Catanzaro e dal Servizio centrale operativo della polizia e focalizzata su sfide di Lega Pro e Serie D. Una delle partite che secondo gli investigatori è stata oggetto di manipolazioni è Cremonese-Pro Patria del 15 dicembre 2014, finita 3-1 per la Cremo. Non ci sono grigiorossi coinvolti, l’inserimento della gara nelle carte dell’inchiesta è legato a presunti illeciti di esponenti della Pro Patria. Tra i fermati nell’operazione scattata martedì mattina risultano infatti esserci, secondo quanto riportato dalla stampa nazionale,  l’ex direttore del Monza ed ex dirigente di fatto della Pro Patria Mauro Ulizio, il socio occulto e direttore “di fatto” della Pro Patria Massimiliano Carluccio, l’ex allenatore della Pro Patria Marco Tosi, in panchina nel match contro la Cremonese, e i calciatori Andrea Ulizio, centrocampista del San Marino ed ex Pro Patria in campo contro la Cremonese il 15 dicembre 2014, Adolfo Gerolino, ex difensore della Pro Patria anche lui schierato contro la Cremonese a dicembre, e Vincenzo Melillo, portiere della Pro Patria pure lui in campo contro la Cremo a dicembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti