4 Commenti

Sacchi immondizia Chi sbaglia sarà avvertito e poi sanzionato

La Giunta comunale ha adottato la proposta di modifica del Regolamento di nettezza urbana che verrà sottoposto quindi alla Commissione ambiente nella seduta in programma venerdì 5 giugno e quindi portata in Consiglio comunale per l’approvazione. La modifica all’attuale Regolamento di nettezza urbana si è resa necessaria per adeguarlo all’estensione della raccolta differenziata in tutta la città: dal 1° luglio prossimo il nuovo servizio riguarderà le zone al di fuori del centro storico che ancora non sono servite dalla raccolta porta a porta; dal 1° ottobre l’ampliamento riguarderà invece le vie del centro storico.
Tra le novità introdotte, la facoltà dei proprietari o degli amministratori di condomini, con un numero di unità abitative superiore a 5, di avvalersi di un servizio aggiuntivo opzionale a pagamento per la raccolta all’interno delle proprietà, ad un prezzo concordato con l’amministrazione; la stessa opzione è prevista anche per le attività commerciali. L’istituzione di una cabina di regia tecnica tra il Comune e il gestore del servizio che seguirà l’attuazione del progetto di estensione e un presidio per la comunicazione.
L’ausilio dei bollini (sistema sanzionatorio e di vigilanza) qualora l’esposizione  dei rifiuti differenziati non fosse conforme (per modalità e orari). Vengono previsti due avvisi, un primo bollino adesivo di richiamo (giallo) e poi un secondo rosso, prima di procedere con la sanzione. Inoltre sono stati introdotti punti specifici per le raccolte svolte da associazioni di volontariato con finalità benefiche, per i luna park, circhi e spettacoli viaggianti, un altro per le isole di prossimità e centro di riuso e l’introduzione della figura degli agenti ambientali nella parte relativa alla vigilanza e i controlli.
Modificata anche la parte generale dove sono stati introdotti i concetti della minore produzione di rifiuti, la valorizzazione dei rifiuti attraverso il recupero dei materiali fin dalla fase della produzione, la promozione di forme educative e di informazioni atte al contenimento della produzione dei rifiuti e dalla loro valorizzazione come bene riciclabile.

AL VIA MASSICCIA CAMPAGNA INFORMATIVA – Nel frattempo sta entrando nel vivo la campagna informativa, volta a coinvolgere in modo capillare i cittadini, con gli incontri pubblici programmati nei quartieri interessati dalla prima fase di attivazione ed ai quali parteciperanno rappresentanti dell’Amministrazione comunale e della società di gestione.
Dal 1° giugno, contestualmente all’avvio della distribuzione dei kit nelle abitazioni, è entrato in funzione anche il numero verde 800 173 803800 173 803 al quale i cittadini possono rivolgersi dal lunedì al  venerdì dalle 8 alle 20 ed il sabato dalle 8.30 alle 12.30 per ogni tipo di chiarimento. Informazioni utili si trovano anche sul sito dedicato www.ioamocremona.it. Da metà giugno al via anche la campagna di comunicazione sui mezzi di informazione.
Il tutto è stato preceduto da altre azioni, quali la formazione degli Agenti ambientali e l’approvazione del centro di riutilizzo all’interno dell’ex mercato ortofrutticolo. Il gestore, intanto, sta continuando ad effettuare sopralluoghi nei condomini.
Il 5 giugno si tiene la prima seduta dell’Osservatorio Rifiuti: all’ordine del giorno vi sono la presentazione del progetto di estensione della raccolta differenziata porta a porta, l’illustrazione dei dati sui rifiuti nel Comune di Cremona, nonché la presentazione del tour avviato dall’Amministrazione comunale in merito alla tracciabilità dei rifiuti portati nei centri di riciclo.
“Un molteplicità di azioni per un progetto, quello della raccolta differenziata porta a porta, rivolto non solo ad aumentare la percentuale di raccolta differenziata, ma a migliorare l’ambiente che ci circonda, accompagnando le nuove modalità con maggiori controlli e azioni di sensibilizzazioni”, afferma l’amministrazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Nokia

    Il soviet dei rifiuti a Cremona: i cittadini cattivi verranno rieducati, chi si dimostrerà recidivo verrà inviato in un campo di rieducazione. Chi denuncerà un impenitente avrà uno sconto del 30%, chi si dimostrerà poco entusiasta un aggravio del 15%. Pagherete caro, pagherete tutto.

  • Nokia

    Il soviet dei rifiuti a Cremona: i cittadini cattivi verranno rieducati, chi si dimostrerà recidivo verrà inviato in un campo di rieducazione. Chi denuncerà un impenitente avrà uno sconto del 30%, chi si dimostrerà poco entusiasta un aggravio del 15%. Pagherete caro, pagherete tutto.

  • Sorcio Verde

    L’Unione Sovietica dello scorso secolo ha fatto scuola

  • Sorcio Verde

    L’Unione Sovietica dello scorso secolo ha fatto scuola