Commenta

Supercoppa di volley Sempre più vicina la scelta del PalaRadi

Era il 28 giugno del 1989 quando Gianluca Vialli, di blucerchiato vestito, alzava al cielo dello stadio Zini di Cremona la Coppa Italia conquistata contro il Napoli di Maradona e Careca. Il ‘Marassi’ di Genova era ancora un cantiere in vista dei mondiali di Italia ’90, quindi si scelse di disputare la gara di ritorno all’ombra del Torrazzo, con oltre 18mila presenti che videro trionfare la Sampdoria: 4-0 e trofeo nelle mani di Vialli e Mancini. Ventisei anni dopo, Cremona potrebbe tornare ad ospitare una finale di portata nazionale, con protagonista il volley rosa della Pomì. La Lega Volley Femminile deve infatti ancora fissare data e luogo della Supercoppa che vedrà il team scudettato sfidare la vincente della Coppa Italia, ovvero una sorta di replay del duello tra Casalmaggiore e Novara che ha assegnato il tricolore soltanto un mese fa.
In passato disputata in campo neutro, la sfida che i rumors piemontesi vorrebbero in programma sabato 17 ottobre, peraltro vigilia della prima giornata di campionato, potrebbe cambiare location abituale e Cremona sembra essere l’opzione più realistica. Così facendo, la Lega Volley Femminile potrebbe dare il via alla regular season senza particolari intoppi. La Supercoppa si aggiungerebbe alla Champions League: la gestione del PalaRadi è ormai vicina ad una soluzione che vedrebbe la Pomì radicarsi a Cremona anche per le gare casalinghe europee, non solo per campionato e coppe nazionali.
Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti