Commenta

Siccità, è emergenza: Coldiretti ora chiede l'intervento del Prefetto

campagna-evid

La crisi idrica che sta colpendo la nostra agricoltura è stata portata da Coldiretti Cremona all’attenzione del Prefetto.
“Siamo effettivamente in emergenza – spiega Paolo Voltini, Presidente di Coldiretti Cremona – e per questo ho scritto al Prefetto segnalando formalmente la situazione e chiedendo un intervento sulle autorità competenti”.

Intanto martedì prossimo si terrà in Regione Lombardia un incontro promosso dal Consigliere regionale Malvezzi con i consorzi irrigui, le organizzazioni agricole e l’Autorità di bacino del Po.
“E’ senz’altro buona cosa la costituzione di questo Tavolo – commenta Voltini – ora però il tempo delle riflessioni e delle analisi è finito. Occorre coraggio per prendere decisioni straordinarie per combattere quella che sta diventando una vera emergenza.

Chiederemo al Tavolo regionale – aggiunge Voltini – di intervenire immediatamente per garantire che i bacini alpini rilascino maggiori quantità di acqua e per abbassare il deflusso minimo vitale dei fiumi al fine di garantire maggiori risorse idriche all’agricoltura”.
Senza questi interventi – conclude Coldiretti Cremona – non ci sarà soluzione alla attuale carenza idrica che in tutta la provincia si sta manifestando con particolare gravità per la rete irrigua alimentata dal fiume Oglio (territori del Soresinese e Alto Cremonese) e dal Po, in particolare per l’area del Casalasco irrigata dalla rete del Consorzio Navarolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti