Commenta

Prosegue bene il ritiro della Cremo Mister Pea soddisfatto

cremonese

Prosegue il ritiro della Cremonese: attualmente sono 26 i ragazzi che si trovano in ritiro a San Martino in Passiria. Non è ancora la rosa definitiva perché devono arrivare ancora alcuni elementi e una decina invece andranno via tra prestiti, cessioni, mentre qualcuno dei più giovani farà ritorno nella Berretti. Mister Fulvio Pea si è detto soddisfatto dell’andamento del ritiro “stiamo lavorando con i giusti carichi e la giusta personalità da parte dei ragazzi, sono aspetti importanti, anche perché stiamo facendo allenamenti pesanti”.

Doppia seduta tutti i giorni tra palestra, campo, carichi pesanti e lavoro tattico, agli ordini di un allenatore che parte dalle regole e dal rigore e per formare la nuova Cremonese: “Gli uomini di successo hanno costruito la loro storia passando dalle regole – spiega – le regole sono determinanti in tutti i campi professionali e penso che con questo gruppo di ragazzi una certa rigidità debba essere predominante ma in un clima di serenità che deve essere sempre presente”.

Tra i nuovi volti grigiorossi c’è Davide Guglielmotti: “C’è poco da raccontare di me, le mie qualità migliori credo siano la velocità, la resistenza fisica e l’uno contro uno, sia in fase difensiva che offensiva; vengo da un anno dove non c’era niente che funzionava, qui è tutto nuovo, tutto bello. Ho già trovato casa a Cremona, bella città, tranquilla e speriamo di fare bene con la squadra”. I tuoi obbiettivi personali? “non li dico perché sono esageratamente scaramantico”.

Giovanni Formiconi, romano, arriva in grigiorosso dopo 4 anni a Grosseto “sono venuto qui per vincere il campionato; non conoscevo nessuno, tranne Zullo che è nuovo come me, ma ho parlato con Nicolas Bremec mi ha detto che Cremona è una città a misura d’uomo dove si vive bene fuori e dentro il campo, la società ti fa stare bene in campo e la città fa il resto, quindi sono venuto con molto entusiasmo”.

Nicolò Bianchi lascia Novara, dove ha vinto il campionato nella scorsa stagione e approda alla Cremonese con tutta l’intenzione di confermarsi un porta fortuna per le squadre in cui gioca “sono un centrocampista che può giocare preferibilmente a destra ma anche a sinistra indifferentemente, la scorsa stagione ho giocato una trentina di partite; il mio obiettivo è quello di arrivare il più lontano possibile a livello personale e il meglio possibile come squadra”.

Francesco Forte, 22 anni, andrà a rinforzare il reparto avanzato tenendo fede, si spera, al suo cognome “se sono forte non sta a me dirlo, io penso solo a fare bene sul campo e a fare quello che ho sempre fatto: è il lavoro che mi ha sempre portato i risultati sia individuali che di squadra, quindi penso solo a lavorare, a impegnarmi e a migliorarmi. Sicuramente ho trovato un clima molto familiare, non conoscevo l’allenatore ma me ne hanno parlato molto bene e so che, oltre ad essere un grande professionista, è una persona seria che crede molto nel lavoro.

Fabio Eguelfi arriva dal vivaio dell’Inter “sono un terzino sinistro o esterno dei 5 sempre di sinistra, l’anno scorso ho giocato a Prato fino a gennaio e poi sono andato a Savona dove ho giocato con continuità; sono venuto qui perché credo nel progetto e spero di poter aiutare la squadra e fare meglio possibile; della Cremonese non conoscevo molto ma la società ha buone basi e non ho esitato un attimo a venire”.

Cristina Coppola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti