Commenta

Schianto e fiamme in A21, due vittime Ferita gravemente una donna Tutto è iniziato con un tamponamento

evid-inc

Foto Sessa

AGGIORNAMENTO – Sono Alfredo Fioravanti, 50 anni, di Avenza, in provincia di Massa Carrara, autista di una cisterna che trasportava carbonato di sodio per una ditta di Sarzana, e Michela D’Annunzio, 40 anni, di Leno, le due vittime del tremendo incidente stradale che attorno alle 15 di mercoledì in A21, direzione Brescia, all’altezza di Cremona, ha coinvolto sei veicoli. La D’Annunzio viaggiava su una Clio insieme ad un 36enne di Leno che era al volante, e alla moglie di quest’ultimo, Maria Grazia T., 42 anni, anche lei bresciana. L’uomo ha riportato 50 giorni di prognosi, mentre la 42enne, sottoposta ad un intervento chirurgico, è in prognosi riservata all’ospedale di Cremona. Le sue condizioni sono disperate. E’ stata estratta dai soccorritori dopo essere stata incastrata tra le lamiere. Ferita lievemente una coppia che viaggiava a bordo di una Citroen C4: un italiano e una romena. Mezzi distrutti. Sul posto la polizia stradale, coordinata dal comandante Federica Deledda, è stata impegnata nella ricostruzione della dinamica. Alla base dell’incidente, secondo quanto accertato, un tamponamento fra il camion-cisterna che trasportava carbonato di sodio e la Clio, finita sotto un altro camion-cisterna in fase di sorpasso, che a sua volta è andato a sbattere contro un autoarticolato. Non è tutto. Marginalmente sono stati toccati anche un altro mezzo pesante e la Citroen C4. Si è reso necessario un massiccio intervento dei vigili del fuoco: sull’asfalto i segni delle fiamme divampate dopo l’impatto. Il tratto di autostrada è stato chiuso circa tre ore per consentire il lavoro degli operatori.

Sara Pizzorni


© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti