Ultim'ora
6 Commenti

Cremona si scopre meta turistica estiva Oltre 100 stranieri in più nella settimana di Ferragosto

Buone notizie dal fronte dell’attrattività turistica cittadina. Nella settimana di Ferragosto (10 – 17 agosto scorsi) all’ufficio Iat della Provincia in piazza del Comune si sono registrate 756 presenze, contro le 656 dello stesso periodo dello scorso anno. Sono diminuiti gli italiani (341 invece di 396) ma sono aumentati gli stranieri, con un vero e proprio boom di francesi (da 75 a 148), spagnoli (da 48 a 82) e tedeschi (da 55 a 60). Difficile dire se si tratti di effetto Expo o delle azioni di promozione all’estero del marchio Cremona. Il calo degli italiani non stupisce più di tanto:  il periodo considerato è infatti quello in cui i connazionali scelgono tipicamente mare o montagna e non città d’arte di medie dimensioni. Discorso però che non è cambiato oggi rispetto a ieri.

Le richieste che vengono fatte  allo sportello riguardano principalmente i monumenti e le destinazioni da non perdere in città durante la visita. Se in primavera prevalgono richieste di visite guidate, preferibilmente con passaggio in una bottega di liuteria, in estate abbondano le richieste legate al turismo fluviale e alle piste ciclabili nella natura. Duecento le Welcome Card vendute da marzo ad oggi, nella nuova versione pensata nell’ambito del Duc (distretto urbano del commercio) più costosa ma più ricca rispetto alla precedente. Al prezzo di 10 euro a persona la Card, che vale 1 anno, dà diritto a sconti ed agevolazioni per l’ingresso nei musei e teatri; menù tipici della tradizione locale e suggestivi aperitivi nei luoghi più caratteristici del centro storico a prezzi fissi;  degustazioni gratuite in alcune gastronomie storiche della città; sconti nei negozi e nelle agenzie di viaggio e riduzioni negli hotel. 150 i fruitori delle visite guidate proposte nei week end in calendario, suddivise nelle due tematiche ‘Cremona experience’ e ‘Shop and fun’,  con alcune visite  fornite in lingua inglese.

Giuliana Biagi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti