Ultim'ora
Commenta

Il jazz del Beppe Di Benedetto Quartet in largo Boccaccino

Dopo il funk anni ’70 della scorsa settimana, la rassegna Musica al Largo, organizzata dallo staff del bar Quintino ed inserita nel programma Rigenerazione Urbana, prosegue domani sera, giovedì 3 settembre, con il concerto del Beppe Di Benedetto Quartet, ensemble autore di un jazz che ha solide radici nella tradizione e che si arricchisce di tutta l’esperienza europea e mediterranea.

Tra i migliori trombonisti a livello nazionale, con collaborazioni live e in studio con Jovanotti, Mario Biondi, Antonella Ruggiero, Tullio De Piscopo e molti altri ancora, Di Benedetto propone un jazz in stile europeo che trova adeguato completamento nel suo personalissimo stile. L’impatto sonoro è trascinante e l’incessante ritmica riconducibile a svariati stili musicali (funk, latin, rock) insieme all’intreccio timbrico rendono questa esperienza musicale ricca di suggestioni.

La formazione comprende Beppe Di Bendetto al trombone, Emiliano Vernizzi al sassofono, Stefano Carrara al contrabbasso e Michele Morari alla batteria. L’inizio del live, sul palcoscenico ‘naturale’ dietro l’abside della Cattedrale, è fissato per le 21.30.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti