Ultim'ora
2 Commenti

Supercoppa, al Comune 24 ore per decidere. Fabris: 'Novara è pronta, potrebbe essere tardi'

E’ terminato intorno alle 16.30 il vertice in corso in Comune tra i vertici della Pomì – il presidente Massimo Boselli Botturi, il dirigente Luciano Toscani e il main sponsor, ossia ad di Pomì, Costantino Vaia – e il sindaco Gianluca Galimberti. Nessuno ha voluto commentare, a caldo, l’esito della riunione, anche se l’umore non sembrava certo dei migliori, almeno tra i dirigenti della squadra casalasca. In circa un’ora di incontro nell’ufficio del sindaco si sarebbero dovute decidere le sorti della Supercoppa di Volley, dopo le pesanti dichiarazioni della Lega Volley, che già da ieri ha espresso la volontà di spostare a Novara la competizione.

AGGIORNAMENTO – Nulla continua a trapelare in merito alla riunione, se non che la Pomì ha dato al Comune altre 24 ore di tempo: entro giovedì 10 settembre si dovrà dare alla Lega Volley una risposta definitiva. Ma il vero problema è un altro: la Lega infatti, come ha confermato il presidente Mauro Fabris, sta già guardando a Novara. In queste ore sono già stati fatti i sopralluoghi e se da Novara in serata arrivasse già il sì per la disputa dell’incontro, l’ipotesi PalaRadi verrebbe definitivamente abbandonata. Insomma, le 24 ore prospettate al Comune come tempo massimo per fornire una risposta potrebbero essere forse troppo ottimistiche. Perché se anche Galimberti si decidesse ad accettare le condizioni della Lega alla volta di domani, potrebbe essere già troppo tardi.

Laura Bosio
Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti