Ultim'ora
4 Commenti

Lavori di pubblica utilità per i profughi ospitati sul territorio

Dalla raccolta foglie a piccoli interventi di manutenzione: questo in estrema sintesi il contenuto del progetto pilota promosso affinchè i migranti ospitati nelle strutture della provincia di Cremona inizino ad essere impiegati, sulla base di un accordo tra comune l’associazione di promozione sociale Auser, in lavori di pubblica utilità. Il progetto prenderà il via a Villarocca, una frazione di Pessina Cremonese. Qui i 12 profughi ospitati nell’ex casa parrocchiale di proprierà della Caritas, tra qualche settimana cominceranno ad eseguire piccoli lavori di volontariato.

Un accordo simile, che coinvolge – oltre all’amministrazione comunale nella persona dell’assessore Rosita Viola – anche Caritas, Forum del terzo settore, Cisvol e più in generale tutto il mondo dell’associazionismo, si sta approntando anche a Cremona. Dove presto gli ospiti della Casa dell’accoglieza potrebbero svolgere lavori affiancando chi già è retribuito per espletarli.

Oltre alla già citata raccolta foglie, sempre coinvolgenzo l’Auser cittadina, i migranti potrebbero  consegnare pasti agli anziani o accompagnare chi è in difficoltà a fare visite in ospedale. Insomma tutti lavori manuali che non prevedono l’impiego di macchine e atrezzi particolari. Fermo restando che saranno altresì attivati corsi di formazione, e su questo aspetto si sta lavorando in queste settimane, che permettreranno ai migranti di essere impiegati in lavori anche più complessi”.

Intanto c’è chi continua a protestare: la segreteria provinciale della Lega Nord di Cremona sarà infatti in piazza a Binanuova, nella mattinata di sabato 12 settembre a partire dalle 9, con un presidio a sostegno della popolazione locale “che, da un giorno con l’altro, si è vista recapitare dalla prefettura di Cremona diverse decine di immigrati clandestini, attualmente ospitati presso una struttura ricettiva privata del paese” evidenziano dalla segreteria. “Un’invasione, pari a circa 1 immigrato su 8 abitanti della frazione, non concordata né con il comune né con i cittadini”continuano dal Carroccio.

“La Lega Nord – spiega il segretario Fabio Fabemoli – è sempre dalla parte dei cittadini, contro questo governo incapace di gestire l’emergenza immigrazione e contro l’accoglienza a scopo di lucro che sta portando problemi nelle nostre comunità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti