Ultim'ora
2 Commenti

Ambulanti, col Comune rapporti sempre più tesi

Prima la conferenza stampa, poi l’incontro con gli ambulanti per concordare la dislocazione dei banchi. Una scaletta, quella stilata dal Comune, che proprio non piace agli operatori del mercato: la presentazione alla stampa della Festa del Torrone  infatti è prevista domani alle 11 in Comune; l’incontro tecnico con loro il mercoledi dopo. Lo hanno ribadito oggi pomeriggio, presso la sede di Confesercenti, nell’ennesima riunione per fare il punto sulla convivenza tra la loro attività abituale e la Festa. E ancora una volta hanno detto un netto no all’idea portata avanti unilateralmente dal Comune e dagli organizzatori della Festa. Una delle obiezioni riguarda la discrasia tra le linee guida alla base dell’assegnazione dell’appalto alla Sgp e l’utilizzo solo di un limitato numero di spazi pubblici per lo svolgimento della festa. Oltre piazza Stradivari, dove gli stand stazioneranno dal 21 al 29 novembre, anche Galleria 25 aprile, via Gramsci, Lombardini, piazza Duomo, cortile Federico II. Ben diversi i presupposti  contenuti nel bando di assegnazione, nel quale l’amministrazione chiedeva di coinvolgere il maggior numero possibile di luoghi cittadini, addirittura una quindicina; restano così esclusi, ad esempio, corso Garibaldi e piazza Cittanova, strade da cui periodicamente si levano le polemiche per l’assenza di iniziative di richiamo.

Il clima tra Comune e ambulanti è ancora tesissimo e la commissione consigliare di una decina di giorni fa non ha stemperato la tensione. Oltretutto pare certo che Aem non darà possibilità di parcheggio gratuito nell’autosilo di via Massarotti, come sembrava inizialmente. La posizione ‘di pregio’, così l’assessore Barbara Manfredini ha descritto corso Vittorio Emanuele, non convince affatto gli ambulanti: se è tanto di pregio – affermano – perchè non ci vanno gli stand dei Torrone, invece di noi?

g.b.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti