Commenta

Anche 'Chi l'ha Visto?' cerca Alan Bertolli L'appello: 'Torna a casa'

Anche ‘Chi l’ha Visto?’, la popolare trasmissione di Rai3, si è occupata questa sera di Alan Bertolli, 31 anni, residente a Vaiano Cremasco, scomparso dal pomeriggio di giovedì 17 settembre. La conduttrice Federica Sciarelli ha fatto un appello affichè chiunque abbia visto Alan contatti le forze dell’ordine o i familiari. L’appello a tornare a casa è stato indirizzato allo stesso 31enne: ‘Non è vero che sei solo’, ha detto la Sciarelli, “ci sono invece tanti amici e tante persone che ti vogliono bene che sono preoccupati e che ti stanno cercando’. Alan Bertolli è stato cercato ovunque senza successo. Non è escluso a questo punto che si tratti di una fuga. A sporgere denuncia è stato lo zio di Alan, Claudio Bordogna, per anni consigliere comunale a Spino d’Adda, dove vive. Bordogna, dopo aver cercato inutilmente di contattare telefonicamente il nipote, si è recato dai carabinieri di Bagnolo Cremasco per dare l’allarme, e subito sono state attivate le ricerche. Lo scorso 17 agosto, Alan, che di professione fa l’elettricista, ha perso il padre, morto suicida come la madre due anni fa e una zia vent’anni fa. La sera del 18 agosto un amico di Alan ha ritrovato la macchina del 31enne,  una Volkswagen Golf nera, parcheggiata vicino al fiume Serio, in un angolo del piazzale antistante lo Zanzibar. Alle ricerche di Alan hanno partecipato i carabinieri, i vigili del fuoco, le unità cinofile, la polizia di Stato, gli uomini della protezione civile e i sommozzatori che hanno scandagliano il Serio. Mobilitati anche gli amici e i conoscenti che tramite i social network stanno cercando notizie del 31enne scomparso nel nulla. L’ultima volta che è stato visto, Alan Bertolli indossava un paio di pantaloni della tuta scuri ed una maglietta chiara. E’ alto 1m e 85 cm, occhi chiari, capelli corti castano chiari, un accenno di barba e pesa circa 85 kg. E’ riconoscibile anche da un tatuaggio nero tipo bracciale sull’avambraccio destro.

Sara Pizzorni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti