Ultim'ora
Commenta

Differenziata, il Comune risponde alle accuse degli amministratori di Condominio

In merito alle dichiarazioni fatte nei giorni scorsi da Gianfranco Saccani, presidente provinciale dell’Unione Nazionale Amministratori Immobiliari, sulla raccolta differenziata porta a porta, arriva la risposta dell’amministrazione comunale. In particolare, l’assessore Alessia Manfredini precisa che, “con l’estensione del porta a porta all’intero territorio comunale, sono state definite funzioni e responsabilità chiare tra Comune, gestore e amministratori di condomini. Da quest’anno il servizio di raccolta all’interno dei condomini, che sono proprietà private, è considerato servizio opzionale a pagamento previa liberatoria. Questo comporta, per motivi organizzativi e di sicurezza, un accordo di tipo privato tra gli amministratori di condomini e il gestore, al di fuori della Tari (Tassa rifiuti) e non a carico di tutti i cittadini. Il gestore, sempre in stretto contatto con il Comune, prosegue nell’effettuazione di sopralluoghi, anche per venire incontro alle diverse esigenze sia degli amministratori di condomini, sia delle attività commerciali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti