Commenta

Giubileo della Misericordia:
nel pomeriggio prevista
l'apertura della Porta Santa

Tutto è pronto per l’apertura, domenica pomeriggio, della Porta Santa della Cattedrale, l’unica Porta della Misericordia presente in diocesi, per sancire l’inizio del Giubileo. Come fa sapere il sito della Diocesi, la liturgia, presieduta dall’amministratore apostolico, monsignor Dante Lafranconi, avrà inizio alle 16 dalla chiesa di S. Maria Maddalena, in via XI Febbraio. Dopo un momento introduttivo i fedeli si incammineranno verso la Cattedrale, ricordando il significato simbolico del pellegrinaggio, segno del cammino della vita, verso le beatitudini celesti. Dopo il rito di apertura della Porta Santa mons. Lafranconi presiederà l’Eucaristia.

Per l’occasione l’amministratore apostolico ha disposto che siano sospese tutte le messe della domenica pomeriggio a Cremona, così come a Caravaggio, Castelleone e Casalmaggiore, nei cui rispettivi santuari si celebrerà l’apertura del Giubileo.

In occasione dell’apertura diocesana del giubileo, a Cremona, nel pomeriggio, Poste Italiane allestirà un servizio filatelico temporaneo, dove sarà possibile ottenere l’annullo speciale creato appositamente per l’occasione sulla cartolina dedicata, disponibile in tiratura limitata di 1000 esemplari. Lo stand sarà dalle 15 alle 17.30 presso la biglietteria del Battistero, quindi dalle 17.30 alle 19 presso la Cattedrale.

Presso lo spazio filatelico temporaneo saranno inoltre disponibili le più recenti emissioni di francobolli con tematiche attinenti alla manifestazione, i quali potranno essere acquistati insieme ai tradizionali prodotti filatelici di Poste Italiane: folder, pubblicazioni e tessere filateliche, cartoline, libri e raccoglitori per collezionisti.

L’annullo speciale, dopo l’utilizzo nella giornata del 13 dicembre, sarà depositato presso lo Sportello Filatelico dell’ufficio postale di Cremona Centro per i sessanta giorni successivi, per soddisfare le richieste dei collezionisti, per poi essere depositato presso il Museo Storico della Comunicazione di Roma.

AL SANTUARIO DI CARAVAGGIO

Presso il Santuario bergamasco di S. Maria del Fonte la celebrazione sarà presieduta (ore 16) dal vicario generale, mons. Mario Marchesi, affiancato dal rettore don Antonio Mascaretti e dal parroco di caravaggio don Angelo Lanzeni. Durante quest’anno Anno le celebrazioni che solitamente si svolgono presso il Santuario saranno caratterizzate ancora di più dal tema della Misericordia. In particolare, la caratteristica celebrazione del Venerdì della Penitenza che come sempre si svolgerà alle 16 con l’atto penitenziale dinanzi al Sacro Fonte, la processione verso la basilica e la Messa. Come di consueto, poi, nel Sabato della Riconoscenza, si terrà la recita del Rosario dopo la celebrazione eucaristica delle 16. Sul sito del Santuario a breve saranno proposti sussidi per aiutare i pellegrini a vivere al meglio la visita ai luoghi significativi del Santuario in questo particolare Anno Santo.

AL SANTUARIO DI CASTELLEONE

Nel Santuario di Castelleone, dedicato proprio alla Madonna della Misericordia, sarà il delegato episcopale per il clero, mons. Mario Barbieri, a presiedere alle 16 la celebrazione. Durante tutto l’Anno giubilare ogni ultimo sabato del mese alle 21 è prevista la recita del Rosario, in processione dall’oratorio parrocchiale al Santuario.

AL SANTUARIO DI CASALMAGGIORE

Nel Santuario della Madonna della Fontana di Casalmaggiore la celebrazione di inaugurazione sarà invece alla ore 17. A presiederla il delegato episcopale per la Pastorale don Irvano Maglia. Da gennaio saranno poi promossi alcuni momenti di preghiera comunitaria. In particolare, ogni primo venerdì del mese alle 20.30 è prevista l’Adorazione della croce; il secondo giovedì del mese, sempre alle 20.30, la recita della Corona della Divina Misericordia; il terzo sabato del mese dopo le celebrazioni delle 17, la processione mariana con la recita del Rosario meditato; tutte le quarte domenica del mese, alle ore 17 sarà celebrata la Messa Solenne del Pellegrino, animata dalla corale. Durante tutto l’anno giubilare, inoltre, nel corridoio del Santuario rimarrà allestita una mostra in cui sono presentati Santi o Servi di Dio che si sono distinti per le opere di misericordia. I frati, infine, propongono ai parroci di “prestare” la propria schola cantorum per animare le liturgie.

 

© Riproduzione riservata
Commenti