Commenta

La cappella del carcere
quinta chiesa giubilare
della diocesi di Cremona

Significato particolare per il tradizionale incontro del vescovo nella Casa circondariale di Cremona con l’avvicinarsi del Natale. Martedì pomeriggio la Messa celebrata da monsignor Dante Lafranconi nel teatro del carcere ha segnato ufficialmente l’apertura dell’Anno della Misericordia anche all’interno della struttura di Ca’ del Ferro, la cui cappella diventa la quinta chiesa giubilare presente in diocesi, luogo dove detenuti e operatori potranno ottenere l’indulgenza.

Al termine dell’incontro è stata donata al vescovo, dalla direzione, un’opera scultorea realizzata dall’assistente capo Danilo Tirelli, che rappresenta un crocifisso che emerge tra le sbarre. Il messaggio che ha voluto lanciare con l’opera è che c’è sempre una via d’uscita tra le sbarre. E questa via d’uscita si chiama speranza.

Croce

© Riproduzione riservata
Commenti