Commenta

Dalla Regione 720mila euro
alle aziende per danni da alluvioni
e tromba d'aria del 2013

Regione Lombardia ha stanziato circa 1,6 milioni di euro per le calamità naturali che hanno colpito le province di Mantova e Cremona nel 2013 e nel 2014. Ad annunciarlo è stato l’assessore all’Agricoltura della Lombardia Gianni Fava, denunciando ancora una volta l’assenza di risorse statali. Ma anche invitando le imprese agricole a sostenere coperture assicurative adeguate. “Viviamo la situazione paradossale in cui i fondi per le calamità non hanno disponibilità economica – ha detto -, mentre per le situazioni più assurde, come il caso Banca Etruria, magicamente il denaro è nelle disponibilità del Governo”.

Al nostro territorio sono arrivati complessivamente 720mila euro. Nel particolare, si sono conteggiati 596.277 euro per il nubifragio e la tromba d’aria del 13 luglio 2013. Beneficiarie le aziende agricole ricadenti nei Comuni di: Ca’ d’Andrea, Cappella De’ Picenardi, Casalmaggiore, Casteldidone Cella Dati, Cicognolo, Cingia de’ Botti, Corte de’ Frati, Derovere, Gabbioneta Binanuova, Gussola, Martignana di Po, Motta Baluffi, Ostiano, Pescarolo ed Uniti, Pessina Cremonese, Piadena, Pieve San Giacomo, Rivarolo Del Re, San Giovanni in Croce, San Martino Del Lago, Scandolara Ravara, Scandolara Ripa d’Oglio, Solarolo Rainerio, Torre de’ Picenardi, Torricella del Pizzo e Voltido. I soldi sono destinati al ripristino dei danni alle strutture aziendali.

Inoltre, per le piogge intense e persistenti dal 1 marzo al 3 giugno 2013 sono stati assegnati 120.000 euro all’Amministrazione Naviglio della Città di Cremona, per il ripristino della funzionalità idraulica del canale ‘Naviglio Città di Cremona’, per i tratti di canale ricadenti nei Comuni di Cremona, Casalbuttano, Castelverde e Pozzaglio.

 

© Riproduzione riservata
Commenti