Commenta

Domenica al PalaRadi
Vanoli in campo contro
Umana Reyer Venezia

L’Umana Reyer Venezia è il primo avversario del doppio turno casalingo (la settimana prossima arriverà la Manital Torino) che condurrà la Vanoli alla propria seconda partecipazione alle Final Eight di Coppa Italia. La partita verrà trasmessa in diretta su Rai Sport alle ore 20.45 di domenica (telecronaca di Maurizio Fanelli e il commento tecnico di Stefano Michelini), e metterà di fronte Cesare Pancotto contro Carlo Recalcati, ovvero i due allenatori in attività che vantano più presenze in Serie A: 944 per il condottiero di Cremona, 917 per “Charlie”. Nei 25 precedenti tra i due, Pancotto ha vinto 11 gare, Recalcati 14.

In campionato, Venezia è reduce dalla vittoria casalinga contro Torino (73-57), la quarta consecutiva al Taliercio in Serie A. Fuori casa, invece, la Reyer è reduce da 6 sconfitte, con l’ultimo successo che risale al 1° novembre scorso a Sassari (70-82). In Eurocup, la squadra di Recalcati arriva dalla sconfitta a Mosca contro lo Zenit San Pietroburgo (79-72); per passare agli ottavi di finale, la prossima settimana Venezia dovrà battere lo Stelmet Zielona Gora e sperare nella vittoria dei russi contro il Ludwigsburg. I lagunari saranno privi di Hrvoje Peric (frattura del secondo metatarsale della mano destra, sostituito dal serbo Boris Savovic), Mike Green (lesione muscolare di 2° grado del bicipite brachiale sinistro), mentre Tomas Ress dovrebbe recuperare per la sfida di domenica al PalaRadi.

Il k.o. di Caserta, primo dell’annata solare 2016, ha stoppato la striscia di tre vittorie consecutive della squadra di Pancotto, che torna a giocare al PalaRadi soltanto per la seconda volta nell’arco degli ultimi 40 giorni. Nelle ultime 12 giornate, però, i biancoblù giocheranno di fronte al proprio pubblico 7 volte. La gara d’andata, il 25 ottobre scorso, rappresenta la sconfitta più larga (-22) della Vanoli nella stagione corrente e anche la partita in cui Cremona segnò meno punti (73-51). La Vanoli ha recuperato venerdì Luca Vitali, che a Caserta era sceso in campo nonostante un virus influenzale.

Nei 9 precedenti in Serie A, l’Umana Venezia ha vinto 7 volte contro le 2 della Vanoli… 9-1 il bilancio di Phil Goss contro Cremona con il 100% dalla lunetta (22/22) e una striscia aperta di 9 successi… Ben Ortner è a -1 da 1000 tiri su azione realizzati (1826 tentati, 54.7%); 11-3 il suo bilancio contro Cremona, già affrontata il 7 febbraio (nel 2010, NGC Cantù-Vanoli 89-68)… I tre ex, Vitali-Jackson-Peric, sono i top scorer delle sfide Cremona-Venezia: Peric 90 punti in 6 gare (62 con Venezia, 28 con Cremona); Vitali 80 in 6 gare (53 con Cremona, 27 con Venezia); Jackson 60 in 5 gare (10 con Venezia, 50 con Cremona)… Domenica Fabio Mian festeggerà in campo il suo 24° compleanno.

“Desiderio, entusiasmo e orgoglio attraverso i quali ci siamo conquistati il diritto di poter giocare questo tipo di partite contro una grande come è Venezia” così il coach Pancotto commenta il match di domenica. “Ho chiesto alla squadra di continuare a sviluppare quei valori che ci hanno permesso di arrivare a questo punto e questi valori sono quelli legati sia alla città, sia al pubblico sia a quello che è indipendente dagli avversari. Una squadra che è determinata, una squadra che ha coraggio non può essere scavalcata dagli avversari”.

Ma Pancotto vuole dai giocatori che siano “aggressivi sia fisicamente che mentalmente. Lo dobbiamo fare nell’impatto sulla partita, per conquistare fiducia e per cercare di indirizzarla, e svilupparlo durante tutto l’incontro perché dobbiamo colmare un gap tecnico, fisico, di lunghezza della panchina e di qualità. Dobbiamo mettere intensità e aggressività in ogni possesso, dobbiamo difendere per limitare la forza di Venezia sia sui loro tiratori, sia sulle loro giocate uno contro uno, sia sul loro gioco nell’area dei tre secondi.  In attacco dobbiamo costruire e avere buone scelte e cercare di produrre buone percentuali al tiro. Venezia è una squadra che ha tutto per cui dovremo essere pronti a dare una risposta in ogni parte del campo”.

© Riproduzione riservata
Commenti