Commenta

Aree vaste, incontro
lunedì sera al Pd. Piloni:
'Serve proposta territoriale'

Si è tenuto lunedì sera l’incontro promosso dal Pd provinciale sul futuro delle aree vaste, per porre l’accento sulla pianificazione territoriale. A fronte del rischio di una riorganizzazione Mantova-centrica, su è reso necessario fare il punto per trovare una proposta territoriale.

A confrontarsi insieme al segretario provinciale Matteo Piloni, che ha introdotto la serata, e l’assessore di Cremona al Territorio Andrea Virgilio, che ha rafforzato la volontà dell’amministrazione di lavorare sempre più con i comuni confinanti alla città, hanno portato il loro contributo il consigliere regionale PD Jacopo Scandella, membro della commissione Affari istituzionali di Regione Lombardia, e gli architetti Maurizio Ori e Giorgio Schiavini.

“Siamo partiti dalla pianificazione territoriale – ha detto Virgilio – perché è questa una delle priorità del futuro. Pensare ai nostri territori non più come singoli, ma nel loro complesso per ridefinirli in una visione di insieme. Una nuova visione di urbanistica, basata sull’ambiente e sullo sviluppo. Come amministrazione stiamo lavorando in questa direzione”.

Il Pd provinciale, dopo la preparazione di un documento consegnato anche nelle mani del Ministro Boschi, ha di fatto aperto il confronto sul territorio rispetto alla riforma costituzionale e alla discussione sulle aree vaste ed omogenee.

“La nostra intenzione – ha aggiunto il segretario provinciale Matteo Piloni – è quello di costruire una discussione con i territori e le rappresentanze sociali, economiche, produttive del territorio, per capire quale proposta arriva dalla nostra provincia rispetto alla definizione delle aree vaste ed omogenee, che regione Lombardia dovrà definire. Nelle prossime settimane organizzeremo un incontro con tutte le categorie socio-economiche della provincia insieme al gruppo regionale del PD, per un confronto e raccogliere da loro proposte da portare in regione”.

© Riproduzione riservata
Commenti