Commenta

Agricoltura piace ai giovani:
in 5 anni cresciuti del 60%
iscritti a Scienze Agrarie

L’agricoltura piace sempre più ai giovani e si rivelano in crescita coloro che scelgono le “università della terra”, sul nostro territorio. Il dato cremonese è emblematico: negli ultimi 5 anni gli iscritti alla facoltà di Scienze Agrarie Alimentari e Ambientali della Cattolica nei campus di Piacenza e Cremona sono aumentati di quasi il 60%. Si tratta del dato più alto, mentre alla Statale di Milano la crescita sfiora il 48% visto che si è passati da 2.712 a oltre quattromila studenti. E’ quanto emerge da una ricerca di Coldiretti Lombardia sul successo delle facoltà agricole, tanto che dal 2010 a oggi sono cresciute anche le nuove immatricolazioni: +86% per le Scienze agrarie in Cattolica, +47% per Veterinaria alla Statale di Milano e +13% per Scienze agrarie e alimentari sempre nell’ateneo meneghino.

Intanto 200 giovani arrivati da tutte le province della Lombardia stanno concludendo i ‘master della terra’ organizzati da Coldiretti con il patrocinio del Ministero dell’agricoltura all’interno di un progetto sperimentale che coinvolge 6 regioni: Lombardia, Veneto, Friuli, Marche, Umbria e Trentino. I percorsi didatti in Lombardia si concluderanno il 18 febbraio prossimo dopo 200 ore di corsi su orticoltura, mondo del vino e dei vigneti, agriturismo, comparto lattiero caseario, marketing e start-up, oltre a 64 ore di stage nelle aziende agricole.

“L’imprenditore agricolo – spiega Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti Lombardia – è una professione che ha ormai acquisito un certo prestigio e dai ragazzi è visto anche come un modo per realizzare i propri sogni e crearsi un futuro su misura”. Secondo un sondaggio Coldiretti/Ixe’, infatti, nel 57 per cento dei casi oggi un giovane preferirebbe gestire un agriturismo piuttosto che lavorare in una multinazionale (18 per cento) o fare l’impiegato in banca (18 per cento). Quasi un genitore su tre (29 per cento) consiglierebbe ai propri figli di fare l’agricoltore e ben il 55 per cento sarebbe contento se il figlio o la figlia sposasse un agricoltore.

© Riproduzione riservata
Commenti