Commenta

Cremona Solidale, aperta
procedura di selezione

Per la sostituzione della consigliera Ilaria Giordano, dimissionaria dal Consiglio di amministrazione di “Cremona Solidale”, si aprirà una nuova procedura disciplinata dagli Indirizzi Generali definiti dal Consiglio comunale.

Verrà riaperta la procedura di presentazione dei candidati per la sostituzione di Ilaria Giordano nel cda di Cremona Solidale. Lo ha deciso la Giunta questa mattina, anche in considerazione del pasticcio creatosi con la presentazione di un sostituto, da parte delle minoranze, prima ancora che Giordano consegnasse ufficialmente la lettera di dimissioni. Per la precisione, tre giorni prima, visto che quest’ultima, datata 18 febbraio, è stata protocollata il 19.

La Giunta ha quindi deciso di aprire una nuova procedura disciplinata dagli Indirizzi Generali definiti dal Consiglio comunale. Ed ecco la cronistoria della vicenda così come ricostruita in una nota stampa del Comune: “Con nota datata 15 febbraio 2016, consegnata all’Ufficio Protocollo il 19 febbraio 2016, sette consiglieri comunali “in seguito alle dimissioni rassegnate dalla dott.ssa Ilaria Giordano come membro del Cda di Cremona Solidale”, hanno proposto al Sindaco “di nominare quale membro di minoranza il dott. Andrea Barzanti”, allegando relativo curriculum. Con nota datata 18 febbraio, tre giorni dopo la proposta dei consiglieri di minoranza, consegnata all’Ufficio Protocollo il 19 febbraio 2016, la dott.ssa Ilaria Giordano ha comunicato “le proprie irrevocabili dimissioni dalla carica di consigliere di amministrazione “per ragioni di natura personali e lavorative”, chiedendo di voler considerare “come ultima data della mia posizione il giorno 18 febbraio 2016”.

Secondo gli Indirizzi Generali per la nomina e la designazione da parte del Sindaco dei rappresentanti del Comune presso Aziende, Istituzioni, Fondazioni ed Enti, definiti dal Consiglio comunale il 13 ottobre 2014, in caso di dimissioni di un nominato, spetta al Sindaco dar corso ad una nuova procedura disciplinata dagli stessi Indirizzi oppure avvalersi per la relativa surroga delle candidature raccolte (6 quelle residuali valutabili in questo caso) in occasione della procedura per la nomina del Consiglio di amministrazione, avviata nell’autunno 2014, sempre secondo gli Indirizzi Generali definiti dal Consiglio comunale, fermo restando il possesso contestuale al momento della nomina dei requisiti prescritti.

La Giunta comunale ha deciso di aprire una nuova procedura che verrà avviata dalla Segreteria Generale del Comune. “Una decisione di serietà e di rispetto degli Indirizzi Generali che sono stati votati in Consiglio e che dovrebbero essere conosciuti da tutti i consiglieri – la dichiarazione dell’Amministrazione – Una procedura avviata nell’ambito dell’intenso lavoro che è in atto in sinergia con il Consiglio di amministrazione di ‘Cremona Solidale’, azienda importantissima per la città e per il territorio, chiamata ad affrontare sfide strategiche per il proprio futuro. Con l’obiettivo sempre chiaro e comune della qualità dei servizi per ospiti, utenti, famiglie e lavoratori”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti