Ultim'ora
Commenta

Strada del Gusto, Gerevini
riconfermato presidente,
Barbara Manfredini vice

Si è tenuto oggi presso la Camera di Commercio di Cremona il consiglio della associazione Strada del Gusto Cremonese il cui ordine del giorno è stato la nomina del presidente e del vicepresidente.  Alla presenza di un consiglio partecipato è stato presentato un programma di mandato per il triennio 2016–2018 da parte di Fabiano Gerevini, che ha convinto l’intero consiglio ed è stato quindi eletto all’unanimità per il secondo mandato. Ad affiancarlo con la carica di vice presidente, l’assessore al Servizio Sviluppo e Promozione turistica Barbara Manfredini. Durante il consiglio è stato altresì costituito l’Ufficio di Presidenza nel quale siederà il presidente Fabiano Gerevini, il vicepresidente Barbara Manfredini e il rappresentante della Pro Loco Casalmaggiore Giangiacomo Maroli.

Suddetto organo avrà il compito di rendere operative le delibere del consiglio. Nel futuro l’associazione si dovrà inoltre occupare dello sviluppo dell’associazione, della promozione turistica del territorio e delle eccellenze, della crescita della imprenditorialità locale attraverso la formazione e l’aggiornamento professionale e la diffusione della conoscenza di Strada del Gusto Cremonese.

“Sono molto soddisfatto per questa riconferma, ringrazio tutto il consiglio che ha voluto rimettermi alla guida dell’associazione, per la seconda volta, all’unanimità” ha dichiarato il presidente appena rieletto Fabiano Gerevini “Ci aspetta un triennio laborioso perché vogliamo dare un impulso all’associazione Strada del Gusto Cremonese. I nostri obiettivi sono quelli di aumentare la compagine societaria, promuovendo l’immagine e le eccellenze gastronomiche e produttive della Provincia di Cremona ed esportando, anche al di fuori dei confini della provincia lunga e stretta, queste straordinarie capacità dei nostri ristoratori e produttori. Sono soddisfatto anche per i membri dell’Ufficio di presidenza soprattutto in quanto rappresentanti delle tre macro aree territoriali di Crema, Cremona e Casalmaggiore. In questo modo possiamo essere presenti capillarmente in tutti i territori e dare la possibilità a tutti di valorizzare le rispettive produzioni di eccellenza”.

© Riproduzione riservata
Commenti