Cronaca
Commenta

Carcassa di maiale da rimuovere, intervengono azienda sanitaria e Vigili Fuoco

Carabinieri e personale veterinario dell’Ats Valpadana in azione, nei giorni scorsi, in un allevamento tra i comuni  di Paderno Ponchielli e Casalbuttano, per consentire l’accesso al personale sanitario al luogo dove si trovava la carcassa di un maiale in avanzato stato di decomposizione, con rischio per la salute umana e degli altri animali. La casa colonica è nota in paese per ospitare oltre a maiali, diverse decine di cani, uccelli, persino volpi e nutrie. L’accesso alla proprietà privata è avvenuto a seguito di un’ordinanza urgente, emessa il 29 giugno dal sindaco di Paderno Ponchielli Cristiano Strinati, che obbliga i proprietari a consentire l’accesso a personale sanitario e ai Vigili del Fuoco per la rimozione della carcassa e per la “verifica delle condizioni igienico sanitarie complessive di unità abitativa”. La situazione è oggetto di attenzione anche da parte di diverse associazioni animaliste, che hanno fatto a più riprese richieste di intervento al sindaco, non riuscendo ad avvicinare di persona i proprietari. L’ordinanza fa riferimento a quanto verbalizzato lo scorso 27 giugno dai Vigili del Fuoco, chiamati sul posto per la rimozione di una carcassa di maiale. In quell’occasione, i Vigili non riescono ad avvicinarsi al recinto nel quale si trova l’animale “a causa di parecchi cani di varie taglie tutti liberi e in condizioni igienico sanitarie precarie”. Il personale non riesce nemmeno ad attraversare il cortile – si legge nell’ordinanza – “per raggiungere il posto ove presumibilmente era presente la carcassa dell’animale, perchè delimitato da reti che formavano recinti per altri grossi cani. Tutto lo stabile versa in cattive condizioni di conservazione”. A quel punto i Vigili del Fuoco, accompagnati da un veterinario dell’Ats, si recano in Municipio per descrivere la situazione e richiedere interventi “a salvaguardia della pubblica e privata incolumità”.

Nella stessa giornata arriva in Comune un’altra nota, da parte dell’Ats Valpadana, che sollecita il sindaco ad attivarsi in considerazione delle condizioni igienico sanitarie ravvisate. In particolare, l’Ats chiede “l’esecuzione di adeguati provvedimenti tra cui l’immediato allontanamento degli animali dove trovasi la carcassa”. Anche i servizi sociali del Comune di  Paderno del resto, hanno cercato più volte di poter accedere all’abitazione, senza successo.  Di qui l’ordinanza del 29 giugno.

© Riproduzione riservata
Commenti