Cronaca
Commenta15

Ascom: 'Svuotamento del centro, intervenire sugli ostacoli prima che sia tardi'

“Lo ‘svuotamento’ del centro, con la delocalizzazione delle imprese dei servizi, è un’ulteriore testimonianza di come ci siano ‘problemi strutturali’ che vanno affrontati e risolti per rilanciare la città”. E’ quanto dichiara con una nota il presidente Vittorio Principe sui movimenti delle imprese in centro (leggi l’articolo). “Occorre intervenire sugli ostacoli legati alla accessibilità del centro e rimuoverli, prima che sia troppo tardi. Banche, assicurazioni, uffici spesso non sono così evidenti quanto i negozi ma sono ugualmente strategici per garantire un centro vitale e vivace. Sono realtà economiche che garantiscono un contributo importante al Pil e alla occupazione”, aggiunge.

“Auspichiamo – prosegue Principe – che insieme alla Amministrazione si possa avviare un percorso serio di confronto sui temi della viabilità (con la revisione della ZTL) e della sosta, cercando di trovare soluzioni sostenibili anche per le nostre imprese che, troppo spesso, vengono dimenticate. Servono risposte che vadano a vantaggio della città (prima che delle nostre imprese che delocalizzano ma continuano il loro lavoro), che evitino di trasformarla in un ‘quartiere dormitorio’. Occorre trovare un miglior coordinamento tra le funzioni svolte dal terziario e l’ambito urbano con modelli coerenti alle necessità manifestate dai city user. Solo in questo modo possiamo pensare ad una vera ‘rigenerazione’ della città, ad un rilancio che sia tangibile nel quotidiano. In una economia che sempre più si caratterizza per l’importanza dei ‘servizi’ a persone e imprese, sarebbe un grave errore mettere in fuga dal centro le imprese di questo comparto”.

© Riproduzione riservata
Commenti