Commenta

Cremona e Crema nel 'Club
delle città 30 e lode': bene
la mobilità nei centri urbani

Cremona diventerà un laboratorio a cielo aperto per la sperimentazione di nuovi modelli di mobilità. La nostra città sarà infatti membro del ‘Club delle Città 30 e Lode’, di cui ffanno parte 15 comuni in tutta Italia: oltre a noi Pavia, Siena, Monza, Crema, Pomezia, Fano, Como, Mantova, Varese, Lodi, Udine, Ferrara, Pistoia e Pisa. Città di piccole e medie dimensioni che metteranno in rete le esperienze per sconfiggere insieme i tanti problemi derivanti dal traffico motorizzato. Il Club si pone l’obiettivo di creare un nuovo paradigma per migliorare la mobilità nei centri urbani di tutta Italia: per avere città a misura di persona, con strade più vivibili per tutti.

L’ufficialità della nascita del Club avverrà il prossimo 14 settembre 2016 a Verona in occasione della giornata di apertura di CosmoBike Mobility, la prima expoconference europea dedicata alla ciclabilità urbana, punto di incontro dei principali esperti italiani ed europei sul tema della mobilità e della riqualificazione urbana, che avrà un focus particolare sul tema della “città dei bambini”.

Primo obiettivo del Club sarà la realizzazione di una campagna di comunicazione a uso e consumo di tutti gli associati per sensibilizzare i cittadini a ridurre la velocità in prossimità delle scuole, oltre che a una serie di eventi di formazione per politici e tecnici sul tema della mobilità.

“Vogliamo continuare ad essere all’avanguardia in tema di mobilità sostenibile, e per questo accogliamo con grande entusiasmo questa opportunità per fare rete con le altre città”, commenta l’assessore alla mobilità del Comune di Cremona, Alessia Manfredini.

“Occorre trovare un nuovo paradigma della mobilità per coniugare l’accessibilità degli spazi urbani con la tutela ambientale e della salute, l’innalzamento della qualità della vita e la riduzione dell’incidentalità e dei consumi” ha detto l’assessore alla mobilità del Comune di Crema Fabio Bergamaschi. “Questo è un orizzonte verso il quale vale la pena incamminarsi, insieme, mettendo a sistema soluzioni replicabili su scale urbane analoghe, condividendo esperienze e progettualità. Crema è fiera di partecipare al Club e metterà a disposizione dei partner ogni sua competenza”.

© Riproduzione riservata
Commenti