Un commento

Equitalia 'grazia' i creditori
per due settimane in
agosto: 1444 sul cremonese

Sono 1444 i cremonesi che beneficeranno della decisione di Equitalia di sospendere l’invio degli atti di riscossione nel periodo tra l’8 e il 22 agosto, una decisione presa a livello nazionale per avvicinare ai contribuenti la società partecipata da Agenzia delle Entrate e Inps. In tutto saranno “congelati” 34.917 atti che sarebbero dovuti essere notificati per posta a cui aggiungere gli 11.869 previsti con posta elettronica certificata (pec), per un totale in Lombardia di 46.786 cartelle che, invece, saranno bloccate. Dopo il progetto “cartella amica”, che prevede il piano di rateizzazione dei propri debiti già inserito con un semplice modulo, arriva “zero-cartelle”, nel più ampio piano di “voler utilizzare ogni strumento – spiega in una nota l’amministratore delegato Ruffini – per essere efficienti come società pubblica che ha degli obiettivi da raggiungere, un servizio da offrire, e nel contempo però deve sapere dialogare con i contribuenti che sono innanzitutto persone, cittadini che non possono percepire lo Stato come un avversario, come un ostacolo”. Non sarà uno stop totale e alcuni atti inderogabili (circa 3.000 in Lombardia) saranno comunque inviati.

Questi i dati lombardi: a Milano e provincia saranno fermate complessivamente 18.616 cartelle,  a Bergamo 4.819, Brescia 4.180, Sondrio 3.966, Varese 3.877, Pavia 2.633, Como 2.578, Lodi 2.078, Mantova 1.808, Lecco 788. Tra le grandi aree metropolitane nella hit zero-cartelle troviamo Roma (60.724), Napoli (22.004), Milano (18.616), Torino (8.978) e Firenze (7.886).

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Sandro Merli

    SIAMO NOI CHE ABBIAMO GRAZIATO LORO, A SETTEMBRE LA STORIA CAMBIA, E COME SE CAMBIA…