3 Commenti

Da settembre la Manfredini
torna al lavoro, redistribuite
alcune sue deleghe

Dopo l’estate si profila un nuovo rimescolamento delle deleghe nella Giunta Galimberti. Questa volta toccherà all’assessore Alessia Manfredini rinunciare ad alcune delle sue numerose deleghe ma non si esclude la possibilità che nel “giro” entrino anche altre competenze.

Alessia Manfredini infatti con settembre si troverà a dover rientrare in Regione Lombardia, dove lavora in Consiglio, per non perdere il diritto alla conservazione del posto di lavoro e potrà dedicarsi al Comune di Cremona soltanto part-time. Ovviamente non potrà più conservare tutte quanti le pesanti competenze del suo assessorato: Ambiente, Economia circolare e Rifiuti, Infrastrutture con viabilità, Sottosuolo, Iilluminazione pubblica, Protezione Civile. L’assessore Manfredini – a quanto filtra dal Palazzo – vorrebbe mantenere tutta la partita ambientale e quella dei rifiuti, una sorta di scommessa compiuta ad inizio legislatura per arrivare alla raccolta differenziata integrata in tutto il Comune fino al 70% come annunciato in campagna elettorale.

Protezione civile, Infrastrutture e Viabilità tornerebbero così in gioco. Com’è noto il sindaco Galimberti non intende aumentare il numero degli assessori per cui le deleghe dovrebbero essere ripartite tra altri assessori già in giunta. A meno il sindaco non approfitti del giro delle deleghe anche per un valzer delle poltrone.

AGGIORNAMENTO – “Decisione meditata da tempo – dichiara in una nota inviata a Cremona Oggi -, fatta per motivi esclusivamente personali e professionali, confermo il massimo impegno profuso in questi due anni”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Dott. Landi Roberto

    Ottima notizia. Di danni ne ha già fatti abbastanza.

  • Sorcio Verde

    Penso nessuno sentirá la sua mancanza

  • piergici

    Un respiro di sollievo