Commenta

Si rafforza la collaborazione
tra Comune, Universiità
Cattolica e Aem Cremona

Approvato dalla Giunta, riunitasi in mattinata, lo schema di Protocollo d’Intesa tra l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Aem Cremona S.p.A. e il Comune di Cremona per attività di ricerca, didattiche e formative in ambito economico e giuridico. Il Protocollo avrà durata di tre anni dalla sottoscrizione.

“Questo Protocollo d’Intesa – dichiara al riguardo la vice sindaco con delega all’Università e alla Ricerca Maura Ruggeri – costituisce un elemento di novità e si inserisce all’interno di una più ampia e consolidata collaborazione tra Università Cattolica, Comune di Cremona, Aem Cremona S.p.A. che ha portato al rinnovo delle convenzioni per i Corsi di laurea in Economia aziendale e in Scienze e tecnologie alimentari attivi nella nostra città, per l’Alta Scuola di Management ed Economia Agro-alimentare (Smea) e per il Centro Ricerche Biotecnologiche. E’ finalizzato a formalizzare e dare cornice organica a tali rapporti per lo sviluppo congiunto e la realizzazione di attività di studio, ricerca, formazione e di supporto alla didattica in campo economico e giuridico su temi e problematiche di interesse reciproco”.

“Viene così confermato il forte legame dell’Università Cattolica con la città di Cremona e il suo tessuto economico, come attestato anche dalle attività promosse dal Centro di Ricerca per lo Sviluppo Imprenditoriale (Cersi)”, afferma inoltre la Vice Sindaco, che aggiunge: “Sviluppare forme di collaborazione tra enti e istituzioni a vario titolo coinvolti nella ricerca, nella promozione dello sviluppo e della cultura è parte di un più ampio obiettivo previsto dalle linee di mandato per una città orientata alla valorizzazione di tutte le risorse presenti sul territorio che portino ad una crescita globale a vantaggio dell’intera comunità”.

La collaborazione riguarderà in particolare i seguenti ambiti: studio delle problematiche inerenti alle operazioni economico-strategiche e alle attività istituzionali e negoziali; supporto per la predisposizione di bandi di gara, anche per l’assegnazione pubblica di incarichi; realizzazione di valutazioni indipendenti del personale e di posizioni dirigenziali e/o responsabili di servizio; sostegno alle attività didattiche in particolare quale supporto informativo per la redazione di tesi di laurea del Corso di laurea triennale in Economia aziendale e dei Corsi di laurea magistrale in essere in ambito economico e giuridico; iniziative di alta formazione rivolte a profili professionali con competenze specifiche e interdisciplinari; sostegno delle attività di ricerca e collaborazioni per la pubblicazione di ricerche scientifiche,in ambito economico e giuridico; convegni, eventi congressuali e/o seminari di rilevanza nazionale e internazionale e iniziativeculturali; organizzazione di tirocini formativi e di orientamento (stage); conferimento di assegni di ricerca e/o di borse di dottorato.

Per la realizzazione di questi obiettivi, le parti potranno mettere reciprocamente a disposizione proprio personale specializzato e strutture. Tali forme di collaborazione saranno regolate attraverso la stipula di apposite convenzioni operative.

© Riproduzione riservata
Commenti