Commenta

Abruzzi probabile candidato
di Fi per la Provincia; Lega
verso congresso provinciale

A sinistra l'ultimo consiglio provinciale eletto (ottobre 2014)

Il sindaco di Sospiro, Paolo Abruzzi, è il candidato più probabile del centrodestra, o almeno di una parte di esso, per le elezioni della prossima amministrazione provinciale. Il nome è uscito a più riprese nelle riunioni che si sono tenute negli ultimi giorni. Abruzzi ha il consenso del coordinamento provinciale guidato da Mino Jotta (e con lui il coordinatore cittadino Carlalberto Ghidotti), un consenso che però non sarebbe unanime e si parla di una seconda candidatura sponsorizzata da Forza Italia. Un po’ come era successo per l’elezione del coordinatore cittadino l’inverno scorso, con la sfida tra Roberto Calvi e lo stesso Ghidotti.

Abruzzi sfiderebbe il candidato in pectore del centrosinistra, attuale vicepresidente della Provincia Davide Viola. “In Provincia comanda Pizzetti”, afferma una voce autorevole  del centrodestra. Il problema vero è che le elezioni di sindaco e consiglio  (di secondo livello e quindi riservate solo agli eletti nelle amministrazioni comunali) arriveranno il 6 novembre e quindi dopo la presunta data del referendum costituzionale. Se vincesse il sì, nel giro di poco tempo l’ente Provincia sparirebbe dalla carta costituzionale. Davvero poco appetibile, per qualsiasi politico, ambire a governare un ente senza quasi più risorse né funzioni e in procinto di scomparire.

Restando in casa del centrodestra, c’è da capire se la Lega Nord deciderà di aderire ad un candidato comune con Forza Italia e Ncd oppure andrà da sola, come spesso ha fatto. La novità qui è che entro il mese si terrà il congresso per il rinnovo della segreteria provinciale, il primo dopo tre anni di commissariamento. L’ultimo segretario era stato Simone Bossi. Difficile, prima che si arrivi al rinnovo, che gli esponenti locali del partito di Salvini si sbilancino a favore di un’alleanza.

g.b.

© Riproduzione riservata
Commenti