Ultim'ora
Commenta

Vanoli sconfitta da
Caserta, al PalaRadi
i biancoblu cedono 82-95

Foto Sessa

Pasta Reggia Caserta indigesta per la Vanoli Cremona al PalaRadi, che cede 95-82. Le due contendenti sono scese sul parquet con tanta voglia di riscattare le sconfitte subite nella precedente giornata. Chi aveva maggiore peso della responsabilità era la formazione di coach Pancotto che non poteva permettersi passi falsi giocando in casa. Ebbene i biancoblu sono scesi in campo determinati  e con decisione hanno preso in mano  le redini del comando sino all’intervallo per poi incappare in una lunga astinenza. Nonostante ciò è tornato l’equilibrio al 27’ ma poi per i nostri si è nuovamente spenta la luce. All’inizio  Putney risponde Holloway e 6-7 al 5’ per Caserta. Una tripla di Wojciechovski e Cremona guadagna più 4 al 7’ sul 12-8. La squadra di casa allunga 16-8 all’8’ con buone azioni offensive e con una tripla del capitano Mian  19-10 ed al  10’ 19-13. All’inizio del secondo periodo la Vanoli mantiene in pugno la situazione e la Pasta Reggia resta a distanza. 29-20 al 15’ con la prima “bomba” di Gabe York. Tripla di Turner e la Vanoli raggiunge il massimo vantaggio 38-25 al 18’. Poi “fallo tecnico” per proteste a Sosa ed i locali con Holloway e Turner volano 44-27 al 19’. All’intervallo 44-32 con Caserta in difficoltà (4 su 15 da 3). Putney (19 punti) dà coraggio ai suoi e Caserta addirittura con parziale di 20  a 1 ribalta il punteggio sul 45-49 al 24’. Coach Dell’Agnello trova l’equilibrio del quintetto e l’astinenza di punti dei cremonesi viene interrotta da Tashawn Thomas ed il match torna in equilibrio. La Vanoli è squadra di sistema ed attualmente in attacco  ha un supporto basso di punti all’interno dell’area. 52-53 al 27’. L’ex Cinciarini (4-4 da tre) ed un “antisportivo” a Wojciechovski e Caserta sale a più sette (55-62) al 29’ e 58-64 al 30’. Il team di coach Pancotto accusa il gioco offensivo di Caserta commettendo errori nei cambi difensivi e sui loro pick & roll e Czyz con una  “tripla” ed un canestro ravvicinato da più 12 ai suoi al 33’ (62-74). L’esperienza e la fisicità di Czyz si fa sentire (15 punti) 70-83 al 37’ con time-out di coach Pancotto per tentare il tutto per tutto. Il pubblico cremonese non ci crede più e inesorabilmente abbandona il PalaRadi. Una battuta d’arresto che non ci voleva in vista delle due prossime difficile trasferte consecutive a Torino e Venezia.
 
Marco Ravara

img_7200 img_7204 img_7220 img_8428 img_8451 img_8460 img_8492

© Riproduzione riservata
Commenti