Ultim'ora
Commenta

Mobilità, Regione approva
piano colonnine elettriche:
arrivano 30mila euro

E’ stato finanziato da Regione Lombardia con oltre 30mila euro, il progetto pilota che il Comune di Cremona, nel maggio scorso, aveva presentato per l’installazione di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici. Cremona si è posizionata al terzo posto della graduatoria con un punteggio elevato. Importante e significativi anche i risultati conseguiti da altri Comuni, tra cui quelli limitrofi di Bergamo e di Mantova con i quali Cremona sta avviando collaborazioni sulle tematiche ambientali e sulla mobilità in genere, così da fare sistema tra territori strettamente connessi.
Attraverso il PNIRE (Piano nazionale infrastrutture delle ricariche elettriche) e i fondi messi a disposizione attraverso bandi e accordi con Regione Lombardia ed Enti locali, nei mesi scorsi sono maturate le condizioni per partecipare all’apposito bando regionale.

Grazie al finanziamento ottenuto, sarà possibile avviare un primo progetto pilota di tre colonnine di ricarica per auto elettriche, oltre a contribuire al possibile utilizzo di bus elettrici. Un’opportunità questa anche per lo sviluppo futuro del trasporto pubblico urbano, prospettiva alla quale l’Amministrazione comunale, insieme al gestore KM S.p.A., con la quale ha partecipato al bando, guarda con grande interesse.
“E’ questo un ulteriore tassello verso la mobilità sostenibile”, commenta al riguardo l’assessore Alessia Manfredini che aggiunge: “Si tratta anche di uno stimolo ad incentivare anche il rinnovo del parco auto, ad iniziare dagli enti pubblici e quindi anche da parte dei privati”.

Il progetto cremonese, approvato lo scorso maggio dalla Giunta e inviato in Regione, in collaborazione con Km, prevede due fasi per complessivi sei punti di ricarica per auto elettriche (di cui 1 “high power” e 5 “normal power”), dislocati in alcuni punti strategici della città.
Nella prima fase, quella pilota, sono individuate le postazioni in piazza Libertà, largo Priori (ospedale) e via degli Scali (autostazione). Nella seconda fase, quella di sviluppo, le postazioni saranno installate in piazza Sant’Angelo (Museo del Violino), parcheggio Massarotti e piazzale Atleti Azzurri d’Italia a servizio delle piscine e del campeggio. Il costo complessivo della prima fase ammonta a 75.640 euro, la spesa ammissibile al finanziamento è pari a 68.320 euro ripartito tra i seguenti soggetti: 21.350 euro a carico di Km S.p.A., a copertura del 50% della spese necessaria per l’installazione della postazioni high power, 23.973 euro a carico del Comune di Cremona e 30.317 euro quale quota di finanziamento richiesto a Regione Lombardia. La cifra che ora è stata confermata.

© Riproduzione riservata
Commenti