Commenta

Nel tunnel delle pm10
siamo al 12esimo giorno
e non si vede uscita

Continuano a permanere le condizioni favorevoli all’accumulo degli inquinanti. Il Bollettino degli inquinanti emesso da ARPA Lombardia informa che oggi e domani il tempo sarà stabile, con nubi basse e nebbia in pianura, con scarsa ventilazione e presenza di inversioni termiche sia al suolo che tra i 1800 e 2500 metri. Giovedì e venerdì ancora tempo stabile, ma con ingresso di aria fredda nei bassi strati e ventilazione da est a tratti moderata. Pertanto sussistono ancora le condizioni atmosferiche che favoriscono lo smog, mentre da giovedì vi saranno condizioni atmosferiche diffuse e variabili nel corso della giornata, con tendenza ad essere localmente favorevoli all’accumulo degli inquinanti.
A Cremona si è arrivati a 12 giorni consecutivi di superamento del limite giornaliero di 50 microgrammi/m3 di PM 10. Situazione diffusa in tutta la Lombardia: infatti i giorni consecutivi di superamento del limite sono 13 a Brescia, 10 a Milano, Bergamo, Lodi, Pavia e Monza e Brianza. Si ricorda che anche nella nostra città sono attive le misure di contenimento delle immissioni in atmosfera di primo livello previste dal Protocollo Aria Regionale.
I cittadini sono invitati a rispettare i divieti in vigore previsti dal Piano Regionale Qualità dell’Aria in vigore sino al prossimo 15 aprile, oltre a quelli aggiuntivi di 1° livello tra i quali il fermo dei veicoli diesel euro 3 per trasporto di persone dalle ore 9 alle 17 e il fermo dei veicoli diesel euro 3 commerciali dalle 7.30 alle 9.30, il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo), il limite a 19°C (con tolleranza di 2°C) per le temperature medie nelle abitazioni e spazi ed esercizi commerciali, il divieto assoluto, per qualsiasi tipologia (falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio, scopo intrattenimento, e così via), di combustioni all’aperto, il divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso, nonché il divieto di spandimento dei liquami zootecnici.
Nel caso di dubbi sulla classificazione della propria auto è possibile ricavarla dal sito dell’ACI al seguente link https://iservizi.aci.it/AciTipoEuroWeb/.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti