Politica
Commenta1

Confronto post referendum nel Pd; niente assemblea provinciale, si fa la cittadina

Saltata l’assemblea provinciale, è la segreteria cittadina del Pd a convocare il primo momento di riflessione sul post voto referendario. Uno spazio di confronto atteso da molti all’interno del partito, che era stato convocato e poi annullato nel giro di pochi giorni dal segretario provinciale Matteo Piloni, rinviando l’assemblea a data da destinarsi. Motivazione ufficiale: il fatto che solo domenica si terrà la direzione nazionale del Pd con attesi chiarimenti sui prossimi passi del partito. Scelta non gradita ai circoli cittadini che volevano anche relazionarsi direttamente con i due cremonesi che domenica saranno a Roma, Alessia Manfredini e Luca Burgazzi. Da qui la richiesta di fissare presto una data per il confronto, accolta dalla segreteria cittadina guidata da Roberto Galletti: l’assemblea si terrà il 22 dicembre, alle 21 presso lo Ial di via Dante e sarà allargata agli iscritti del circondario. Ci saranno i due delegati al nazionale e i parlamentari Luciano Pizzetti e Cinzia Fontana. “Quali prospettive per il nostro partito dopo il 4 dicembre”, il tema della serata.

© Riproduzione riservata
Commenti