Commenta

Aggressione di via Jacini,
identificato. Questura:
'Non è knockout game'

questura-ev

La polizia ha identificato l’aggressore della 60enne colpita con una gomitata al volto in via Jacini a fine dicembre. La Questura, dopo aver sviluppato le indagini e ricostruito la vicenda, è arrivata a un cremonese 28enne e ad escludere il fenomeno del “knockout game”, il “gioco” delle aggressioni a caso senza motivo messo in pratica nel recente passato da alcuni giovani in varie parti d’Italia e del mondo creando diffuso timore. Timore che aveva iniziato a diffondersi anche a Cremona dopo l’aggressione di via Jacini.

Il ragazzo è stato denunciato alla Procura per lesioni dolose e secondo gli investigatori l’esplosione di violenza è da ricondurre a uno scatto d’ira legato alle condizioni del 28enne. La gomitata aveva provocato il ferimento ad uno zigomo. Inizialmente la situazione della donna appariva di una certa gravità ma fortunatamente successivamente si è rivelata meno grave: 10 giorni di prognosi per la 60enne.

© Riproduzione riservata
Tags
Correlati
Commenti