Cronaca
Commenta

Polizia Municipale, in città spesa pro capite di 65 euro A Ticengo si spende di più

E’ Ticengo il comune del territorio la cui spesa pro-capite per coprire i costi di polizia municipale risulta più alta: 231 euro. Con questa cifra il comune del Cremasco si posiziona al quarto posto nella classifica regionale e al 37º in quella nazionale. Calcolando che è un Comune di 444 persone, ne risulta che la spesa complessiva è di circa 102mila euro: un importo notevole per un piccolo Comune, che probabilmente ha scelto di investire in sicurezza.

Il dato emerge da un’inagine di OpenPolis sulla spesa dei comuni italiani (nel 2014) per la polizia municipale, che “ha un ruolo chiave nel garantire la presenza dell’amministrazione comunale sul territorio” evidenziano i ricercatori. “Tra i suoi compiti, quello di garantire l’ordine pubblico, la sicurezza stradale e i controlli sulle attività commerciali”.

Anche Sospiro investe nella sicurezza, con 83 euro pro capite spesi per questa voce di bilancio: si colloca così 41º nella classifica regionale e 392º in quella nazionale. E Cremona? A livello territoriale occupa l’ottavo posto, con 55,63 euro spesi per ogni cittadino. A livello regionale il capoluogo è 123º, mentre nella classifica nazionale si colloca al 1.026º posto. Crema invece è 10ª a livello locale e ben 422ª a livello lombardo.

© Riproduzione riservata
Commenti